Ci fu un tempo in cui i Mujahedeen combattevano i Sovietici in Afghanistan schierando tra le proprie file giovani yemeniti , oggi sepolti dalle macerie provocate dai bombardamenti incessanti del Regno d’Arabia Saudita, e giovani arabi provenienti proprio da quest’ultimo paese, giovani reporter come Jamal Khashoggi, ucciso, smembrato e sciolto nell’acido un anno fa all’interno del Consolato Saudita ad Instabul, Turchia.

Read More