Perchè sconfiggere i Black Lives Matter è una questione di sopravvivenza per il Vecchio Continente e l’Italia tutta?
Semplicemente perchè il Marxismo, o Giudaismo, vuole la distruzione del Cristianesimo.

Questa strategia per radere al suolo la religione Cristiana si chiama Anno Zero.

Wikipedia:

L’idea alla base dell’Anno Zero è che tutta la cultura e le tradizioni all’interno di una società devono essere completamente distrutte o scartate e una nuova cultura rivoluzionaria devono sostituirle, partendo da zero. Tutta la storia di una nazione o di un popolo prima dell’Anno Zero è in gran parte considerata irrilevante, perché idealmente verrà eliminata e sostituita da zero.

:0

La percezione che avete dei Black Lives Matter se favorevole è tale poichè è stata a voi indotta dall’Establishment Mondiale della Stampa che ha una matrice marxista come nota dominante ed indiscussa.
In realtà questi BLM non sono altro che il loro braccio armato, un’associazione eversiva, illiberale, antidemocratica, terroristica.

Hanno cominciato ad abbattere le statue dei nostri avi, ed adesso stanno passando a distruggere anche le Statue dei Cristiani.

Uno della feccia Leader più influente di Black Lives Matter, Shaun King ha chiamato alla distruzione delle immagini della Madonna e di Gesù Cristo perchè Simboli Bianchi.

L’Immagine di San Michele Arcangelo

Una petizione, tra tante, ma che ha già migliaia di firme.

Dopo la richiesta di non consentire più che sia il Bianco il primo ad aprire nel gioco degli scacchi,

e la vergogna dell’abbattimento delle Statue dei Padri Fondatori:

adesso un’altra richiesta incomincia a creare a dir poco imbarazzo.

Questa feccia marxista vuole e pretende che l’immagine di San Michele Arcangelo, l’Angelo che sconfisse e cacciò Satana nel suo buio pozzo senza fine, venga rimossa, e che vengano pure date le scuse per questo , a loro scrivere, affronto.

Questo semplicemente perchè l’atto di San Michele che schiaccia con il suo divino piede il collo della Bestia RICORDA la morte di George Floyd.

George Floyd vogliamo ricordare chi era: un volgare ladro, dedito all’uso di stupefacenti ed allo smercio di banconote false, che anni fa non esitò a puntare ed affossare nello stomaco di una donna incinta una pistola per derubarla dei suoi averi.

George Floyd non è morto per razzismo ma per patologie pregresse aggravate dalla negligenza incauta di un poliziotto, le cui responsabilità saranno accertate da un processo istituzionale, Floyd non è l’unico a morire per via di conflitti più o meno accesi con le forze dell’ordine, le statistiche mettono i BIANCHI di gran lunga al primo posto nelle graduatorie tra feriti e/o uccisi dalla polizia.

Tutto quello a cui stiamo assistendo, tutta questa vergogna, è promossa da politiche e correnti di pensiero che controllano la TV ed i Mass Media in generale, o non avrebbero pompato come martire un criminale di quella portata per un incidente di servizio come centinaia, migliaia di altri dove sono i bianchi a morire in maggioranza.