Charles Lieber, uno scienziato ebreo di Harvard, è stato arrestato lo scorso Gennaio per aver mentito sulle sue connessioni con un laboratorio di ricerca situato a Wuhan.

Lieber era coinvolto in vari tipi di ricerca e sviluppo nei settori della neurobiologia e della nanotecnologia.

Su quale sia la natura esatta del suo lavoro, non è dato sapere molto a riguardo, ma il suo arresto e il suo collegamento con Wuhan pone domande pesanti.

Wikipedia:

Charles M. Lieber (nato nel 1959) è un chimico americano e pioniere delle nanoscienze e delle nanotecnologie. Nel 2011, Lieber è stato nominato da Thomson Reuters come chimico leader nel mondo per il decennio 2000-2010 in base all’impatto delle sue pubblicazioni scientifiche. [1] È noto per il suo contributo alla sintesi, assemblaggio e caratterizzazione di materiali e nanodispositivi su nanoscala, all’applicazione di dispositivi nanoelettronici in biologia e come mentore di numerosi leader nel campo delle nanoscienze. [2]

Lieber ha pubblicato oltre 400 articoli su riviste peer-reviewed e ha curato e contribuito a numerosi libri sulle nanoscienze. [3] È il principale inventore di oltre cinquanta brevetti e applicazioni statunitensi rilasciati e si è unito alla società di nanotecnologie Nanosys come co-fondatore scientifico nel 2001 e Vista Therapeutics nel 2007. [4] Nel 2012 a Lieber è stato assegnato il Wolf Award in Chimica. [5]

Il 28 gennaio 2020, Lieber è stato arrestato con l’accusa di aver rilasciato false dichiarazioni al Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti e agli investigatori di Harvard in merito alla sua partecipazione al programma dei Mille Talenti in Cina [6] [7] che ha ricevuto critiche come una minaccia alla sicurezza nazionale . [8] Il programma è stato creato dal governo cinese per pagare gli scienziati stranieri per l’accesso alle loro ricerche. Inoltre, la sua casa è stata perquisita dal Federal Bureau of Investigation. [9]

Collegamento chiaro e atipico con l’Università di Wuhan.

Il 28 gennaio 2020, Lieber fu accusato di accuse federali, nello specifico: di fornire una dichiarazione materialmente falsa, fittizia e fraudolenta sui suoi legami con un’università cinese. Secondo il documento di addebito del Dipartimento di Giustizia [78], ci sono due accuse di presunti reati commessi da Lieber. In primo luogo, durante un’intervista del DoD il 24 aprile 2018, a Lieber è stato chiesto se era coinvolto nel programma Thousand Talents. Lieber ha dichiarato che “non gli è mai stato chiesto di partecipare al programma dei mille talenti”, aggiungendo che “non era sicuro” di come la Cina lo classificasse “. Il DOJ ritiene che la dichiarazione di Lieber fosse falsa, poiché una e-mail intercettata datata 27 giugno 2012, dall’Università della Tecnologia di Wuhan (“WUT”) includeva un contratto che Lieber avrebbe firmato. In secondo luogo, a novembre 2018, il NIH ha chiesto all’Università di Harvard informazioni sulle affiliazioni straniere di Lieber. Nel gennaio 2019, Harvard ha intervistato Lieber e riferito al NIH che Lieber “non aveva alcuna associazione formale con WUT” dopo il 2012. Il DOJ ritiene che la dichiarazione di Lieber fosse falsa. Lieber fu accusato di aver reso presunte false dichiarazioni.

Durante la perquisizione, le autorità hanno eseguito mandati di ricerca nella sua casa e in ufficio a Lexington, nel Massachusetts. Le accuse contro Lieber comportano una condanna a cinque anni di carcere federale e una multa di un quarto di milione di dollari. Lieber è stato inserito in amministratori pagati per lasciare Harvard

Hmn.. non lanci un’arma biologica fuori da un concreto scenario di guerra se non hai il vaccino.

Quindi quando qualcuno dei nostri contatti non crede al fatto che gli Israeliani non abbiano il vaccino non posso esprimere alcun sospetto a tal riguardo.

La notizia del Jerusalem Post è di ieri.

Come è di ieri la notizia che Trump ha puntato tutto sull’altra ricerca che invece è in Germania guidata dalla CureVac AG. Per dirla tutta voleva l’esclusiva per gli Stati Uniti una volta che il vaccino fosse stato pronto. Cosa sdegnata dai vertici dell’azienda che hanno sostituito il CEO, Menichella, reo di essersi incontrato con Trump, e hanno ribadito che testeranno il vaccino con successo sarà disponibile per tutto il mondo.

Resta però un ultimo nodo con la CureVac AG….: Bill Gates e la moglie Melinda.

Loro sono sempre state persone molto avide e tra i pionieri dei “consumi di massa“.

Wikipedia:

Nel marzo 2015, l’investitore di CureVac, la Bill & Melinda Gates Foundation, ha accettato di fornire finanziamenti separati per diversi progetti per lo sviluppo di vaccini profilattici basati sulla piattaforma proprietaria di mRNA di CureVac. [12] A settembre 2015, CureVac ha stretto una collaborazione con l’International AIDS Vaccine Initiative (IAVI) per accelerare lo sviluppo di vaccini contro l’AIDS, utilizzando immunogeni sviluppati da IAVI e partner, forniti attraverso la tecnologia mRNA di CureVac. [13] Nello stesso mese, CureVac annunciò che avrebbe aperto un hub degli Stati Uniti a Boston, nel Massachusetts. [14]

Di dove è Lieber? Massachussetts.

In conformità con il suo accordo con Lilly, la società ha iniziato la costruzione di un impianto di produzione nel 2016. [15] Nel 2017, CureVac aveva ricevuto circa 359 milioni di USD (305 milioni di €) in investimenti azionari ed era valutato in 1,65 miliardi di USD (1,40 miliardi di EUR). [16]

L’11 marzo 2020, è stato riferito che l’amministratore delegato della CureVac AG, Daniel Menichella, non era più l’amministratore delegato della società, essendo stato sostituito dal fondatore della società Ingmar Hoerr. È stato riferito che Menichella ha incontrato il presidente degli Stati Uniti Donald Trump il 2 marzo [17] [2] [18] Secondo il quotidiano tedesco Welt am Sonntag, Trump aveva tentato di convincere CureVac a trasferirsi negli Stati Uniti. [19] Reuters, CNBC e South China Morning Post hanno riferito che il Ministero della sanità tedesco aveva confermato le affermazioni di Welt am Sonntag. [19] [20] [21] In una dichiarazione del 15 marzo, è stato annunciato che un possibile vaccino non dovrebbe essere disponibile per una nazione, ma per tutto il mondo. [22]

I Gates appaiono di nuovo ad Ottobre del 2019 con una simulazione di una pandemia di CoronaVirus nel mondo, un’esercitazione chiamata Evento 201.

L’evento 201 simula lo scoppio di un nuovo coronavirus zoonotico trasmesso da pipistrelli a maiali a persone che alla fine diventa efficacemente trasmissibile da persona a persona, portando a una grave pandemia. L’agente patogeno e la malattia che causa sono in gran parte modellati sulla SARS, ma è più trasmissibile in ambito comunitario da persone con sintomi lievi.

La malattia inizia negli allevamenti di suini in Brasile, inizialmente in silenzio e lentamente, ma poi inizia a diffondersi più rapidamente negli ambienti sanitari. Quando inizia a diffondersi efficacemente da persona a persona nei quartieri a basso reddito e densamente affollati di alcune delle megalopoli del Sud America, l’epidemia esplode. Viene prima esportato per via aerea in Portogallo, negli Stati Uniti e in Cina e poi in molti altri paesi. Sebbene all’inizio alcuni paesi siano in grado di controllarlo, continua a diffondersi e a essere reintrodotto, e alla fine nessun paese può mantenere il controllo.

Non è possibile che un vaccino sia disponibile nel primo anno. Esiste un farmaco antivirale immaginario che può aiutare i malati ma non limitare in modo significativo la diffusione della malattia.

Poiché l’intera popolazione umana è suscettibile, durante i primi mesi della pandemia, il numero cumulativo di casi aumenta esponenzialmente, raddoppiando ogni settimana. E man mano che i casi e le morti si accumulano, le conseguenze economiche e sociali diventano sempre più gravi.

Lo scenario termina al punto di 18 mesi, con 65 milioni di morti. La pandemia sta iniziando a rallentare a causa del numero decrescente di persone sensibili. La pandemia continuerà in una certa misura fino a quando non vi sarà un vaccino efficace o fino a quando l’80-90% della popolazione mondiale non sarà stata esposta. Da quel momento in poi, è probabile che sia una malattia endemica dell’infanzia.

Era l’Ottobre del 2019, e questo briefing di simulazione era finanziato sotto la supervisione di Bill e Melinda Gates che ovviamente non INCLUSERO NELLA SIMULAZIONE CHE IL VACCINO SAREBBE STATO FORNITO ALLA POPOLAZIONE PROPRIO DALLA CUREVAC AG, società di cui loro sono soci di maggioranza.