Margaret Sanger fu una pioniera dei diritti delle donne nel mondo moderno.
Dedicò la sua vita al controllo delle nascite, all’eugenetica, ed al ruolo delle donne nelle Società dei Bianchi promuovendo la creazione di Etnostati guidati da una razza superiore, indovinate quale..
Questo e altro fu Margaret Sanger.

Wikipedia:

Margaret Louise Higgins Sanger (Corning, 14 settembre 1879 – Tucson, 6 settembre 1966) è stata un’attivista, infermiera, scrittrice ed educatrice sessuale statunitense, pioniera della contraccezione e dei diritti riproduttivi. Margaret Sanger fu colei che diffuse per la prima volta all’interno del mondo anglosassone il termine “controllo delle nascite”, aprì la prima clinica di controllo delle nascite negli Stati Uniti d’America ed istituì organizzazioni che si sono poi evolute nell’attuale Planned Parenthood.

Non bisogna confondere con l’essere favorevole all’aborto il fatto che questa via sia considerata come un mero metodo di contraccezione, infatti la Sanger se da un lato stabiliva che questo era un diritto della donna in quanto tale, non bisognava arrivare a tanto e prevenire con i classici ed oggi accettati modelli contraccettivi.

Sanger riteneva che per far sì che le donne avessero una loro posizione più equilibrata nella società e potessero condurre una vita più sana, dovevano essere in grado di determinare quando avere o meno dei figli, quando portare a termine o meno una gravidanza. Voleva anche prevenire gli aborti clandestini[6], che erano comuni a quel tempo e procurati in condizioni di completa mancanza di sicurezza per le donne in quanto illegali[7]. Credeva che mentre l’aborto fosse talvolta giustificato, doveva essere però generalmente evitato e considerò la contraccezione come l’unico modo pratico per evitarlo

Per quanto riguarda l’omosessualità la Sanger era favorevole a parlare del problema, a discuterne e nona tenerlo nascosto e quindi reprimerlo. Tenere nascosto qualcosa pregiudica la vita di ogni gruppo, familiare, sociale. Il Cristianesimo nella sua struttura religiosa ha alimentato quesot problema fagocitandolo e riversandolo endemicamente ocme un’epidemia in tutti i suoi livelli: donne e bambine stuprate, perdofilia, lussuria.

Per queste sue posizioni la Sanger fu censurata e attaccata dalle Autorità del tempo, e quindi si prodigò a battersi contro la Censura, argomento che oggi conosciamo benissimo come parte integrante ed oscura dei Social Media e dei Media in generale contro quelle posizioni che non si conformano all’Ordine Generale imposto dalle tiranniche e perverse dottrine marxiste, multiculturaliste, e liberali.

Stiamo spendendo miliardi, letteralmente miliardi, mantenendo in vita migliaia di esseri che mai, in tutta la compassione umana, avrebbero dovuto essere portati in questo mondo.“, Il Suicidio della Razza, 1925

Ma per risolvere i veri problemi delle nostre Società la Sanger mirava a potenziare ed applicare un’eugenetica avanzata al fine di puirificare la razza, sopprimere i portatori di geni deviati, none voluti, subumani.

Il problema più urgente oggi è come limitare e scoraggiare l’eccessiva fertilità dei difetti mentali e fisici.” – The Eugenic Value of Birth Control Propaganda, 1921

In The Morality of Birth Control, un discorso del 1921, divise la società in tre gruppi: la classe “educata e informata” che regolava le dimensioni delle loro famiglie, gli “intelligenti e responsabili” che desideravano controllare le loro famiglie malgrado gli mancassero i mezzi o le conoscenze e le “persone irresponsabili e sconsiderate” i cui scrupoli religiosi “impediscono loro di esercitare il controllo sul loro numero”. Sanger conclude: “non c’è dubbio nelle menti di tutte le persone pensanti che la procreazione di quest’ultimo gruppo debba essere fermata.
Sanger scrisse: “noi non crediamo che la comunità possa o debba inviare alla camera della morte le progenie difettose che derivano da un allevamento irresponsabile e non intelligente.”

“La potenziale madre deve dimostrare che la maternità non deve essere la schiavitù, ma la strada più efficace verso lo sviluppo personale e l’autorealizzazione. Solo su questa base possiamo migliorare la qualità della razza.”- The Eugenic Value of Birth Control Propaganda, 1921


Margaret Sanger tenne anche una conferenza sul controllo delle nascite nell’ausiliario femminile del Ku Klux Klan a Silver Lake, nel New Jersey.
Ed eventuali fotomontaggi della Sanger tra uomini incappucciati del KKK non ledono o rinforzano il pensiero di questa donna straordinaria.

“È necessario elaborare un metodo per eliminare il degenerato e il difettoso; poiché questi agiscono costantemente per impedire il progresso e trascinare sempre più in basso la razza umana. ”- A Better Race Through Birth Control, 1923

Ciò a cui mirava la Sanger era sbarazzarsi della razza negra, o limitarla in maniera veramente drastica.

L’opera di Margaret Sanger oggi è ancora apprezzata da buona parte della Società Americana.

Il Time l’ha proclamata una delle cento persone più importanti del XX secolo[162] e Martin Luther King ha paragonato la sua opera alla propria lotta in un suo discorso.

Margaret Sanger Square: corner of Mott St. and Bleecker St., Greenwich Village, New York City.