Rimaniamo ancora sull’argomento Top Gun perchè salta fuori un’altra cosa che non ti aspetti..almeno non subito.

Ricordate Kelly McGillis? Se si allora non ricordatela come è adesso.

Il destino della donna non dovrebbe variare nell’Era Moderna, e la donna non dovrebbe avere dubbi, tranne se a lei piace ingannare se stessa.

Decider:

Non aspettarti di vedere l’interesse amoroso originale di Tom Cruise per Top Cruise nel sequel. Secondo Kelly McGillis, che ha interpretato Charlie nel film d’azione del 1986, non le è stato chiesto di partecipare al prossimo sequel di Top Gun: Maverick, nonostante molte dei suoi co-protagonisti siano apparsi nel film. La McGillis ha detto a ET che non ha intenzione di partecipare ad alcun evento per Top Gun: Maverick per una serie di motivi, anche perché non le è ancora stato chiesto: “Non è successo”, ha detto, aggiungendo, “Io non sono davvero in contatto con nessuno. ”

Nel 1986, la McGillis è scoppiata in modo importante quando ha interpretato Charlotte “Charlie” Blackwood, un astrofisico e istruttore di Topgun. Il Maverick di Cruise si innamora rapidamente di Charlie, e il film finisce (spoiler in vista di un film di 30 anni, immagino) con loro che si riuniscono in un bar vicino alla base. Dopo Top Gun, McGillis ha continuato a recitare in una serie di progetti di alto profilo, tra cui Made in Heaven, The Accused e The Babe.

Quando le è stato chiesto se intende partecipare a tappeti rossi o eventi promozionali per Top Gun di Joseph Kosinski: Maverick, McGillis è stata chiara: “Non so come rispondere perché uno, non è successo”, ha detto l’attrice 62enne a ET. “Due, se e quando accadesse, dovrei valutare dove sono, cosa sto facendo, cosa sta succedendo … Non posso proiettare ciò che farei o non farei in futuro. Non ne ho idea perché non so dove sarò. “

Kelly McGillis , 62 anni, qualche mese fa:

Tom Cruise, 57 anni, qualche giorno fa:

Qual è il problema delle donne?

O chiamiamolo destino. Dopo i 35 anni incominciano per loro problemi per eventuali gravidanze. Dopo i quaranta incominciano a smettere di essere attraenti, per la stragrande maggioranza è una discesa non frenabile.

Ma per gli uomini è tutto diverso…

Ecco perchè le donne non dovrebbero sprecare la loro giovinezza, o meglio dovrebbero valutare di avere un compagno entro e non oltre i loro trenta anni, e avere una famiglia non oltre i trenta anni, in modo da farsi casa e universo per i loro uomini e i loro figli.
No ? Allora si dovrà accettare di avere un compagno in tarda età, e con difficoltà se ne troverà uno che sia disposto ad accettarle per come sono dentro piuttosto che per come sono fuori.
Il problema è dove è stato sempre, l’aspetto esteriore conta come la luce di una stella cadente, sfogliato quello, passato quello, sbocciato quello, abituatosi a quello, beh allora non rimane granchè in una relazione in quanto tale.

Dopo una certa età la donna perde il suo protagonismo sociale, e l’unico ruolo davvero importante che le rimane è predominantemente nella società familiare, nella famiglia, quello è il suo vero protagonismo, il suo ruolo importante, non negoziabile e di celebrità accettata e accettabile.

Purtroppo oggi questa visione viene distorta da un disturbo amplificato chiamato social media.
La maggioranza crede di rimettersi in gioco, di avere di nuovo quel protagonismo perduto negli anni e nel tempo. Solo illusioni e decadenza , la ricerca di qualcosa di artificiale che è quanto di più venefico possa esistere oggi all’interno delle nostre società e delle nostre famiglie.
Pensano di immortalarsi in momenti topici della loro vita, mentre in realtà stanno sprecando tempo prezioso che si dovrebbe dedicare alla ricerca della vera felicità al di là di fantasie virtuali e di improbabili revival di un passato che non ritornerà a compiersi.

L’orologio sta ticchettando, per le donne quel ticchettio suona più come un allarme che altro.