Gli Ebrei Tedeschi non professanti il Giudaismo erano considerati dal Terzo Reich Tedeschi a pieno Diritto, Ariani, e questo non è neanche incredibile per come sarà dimostrato in seguito dalla Conoscenza IndoEuropea dei Cazari, o Khazar.

Ho già brevemente affrontato questo argomento quando ho scritto del “piccolo tesoro” di Adolf Hitler, Bernile, ma adesso vediamo di approfondirlo.

Un Europeo non diventa Ebreo, cioè Semita, solo perchè professa la Religione Giudaica. Ecco perchè l’immagine di Werner Goldberg, tedesco di discendenza ebraica paterna, fu usata nel giornale Berliner Tagesblatt , sotto la supervisione di Göring, con la didascalia “Il Soldato tedesco ideale“, e di lì fu anche usata sui manifesti di reclutamento.

Il 19 Luglio 1934, il settimanale ebraico-tedesco CV-Zeitung pubblicò un articolo intitolato “Cross of Honor“, “Croce d’Onore“, in cui affrontava il tema delle decorazioni che i nazisti avevano assegnato agli ebrei che avevano combattuto nella prima guerra mondiale, e affermava: “Gli ebrei tedeschi porteranno con orgoglio la Croce d’Onore e manterranno vivo il ricordo dei grandi giorni della comune storia ebraico-tedesca“.

Werner Goldberg e Bernile rappresentano solo la Punta dell’Iceberg degli Ebrei e dei Mezzosangue Ebrei che facevano parte a pieno titolo del Terzo Reich.

Si stima che almeno 150000 Ebrei servirono nelle Armate Tedesche durante la Seconda Guerra Mondiale
.

Tra questi centocinquantamila ne citiamo alcuni che ebbero un qualche ruolo abbastanza significativo nel contesto.

Hans Eppinger, mezzosangue ebreo, dottore e ricercatore medico delle SS che prestò servizio nel campo di concentramento di Dacau. Pare avesse avviato l’esperimento di dissetare con acqua salata diversi prigionieri Rom.

Walter Hollaender, Ebreo, Colonello della Wehrmacht, insignito della Croce dei Cavalieri della Croce di ferro.

Emil Maurice, mezzosangue ebreo, fu uno dei primi autisti personali di Adolf Hitler, ed anche un membro delle SS, ma prima di queste cose, Maurice fu un membro della Guardia Personale di Adolf Hitler, Stabswache, ed anche uno dei cospiratori attivi e al fianco di Hitler nel Putsch di Monaco di Baviera nel 1923, e imprigionato dopo il suo fallimento a Landsberg con gli altri membri nazisti del complotto, la stessa prigione in cui Hitler scontò la sua pena.

Maurice, da sinistra dopo A.Hitler

Ma i più attenti adesso ricorderanno che Maurice divenne in seguito amante della nipote di Adolf Hitler, Geli Raubal, cosa che fu sgradita da Hitler, e per questo venne allontanato dalla cerchia ristretta dei vertici del Partito, ma gli fu concesso di rimanere membro integrante delle SS, organizzazione dove raggiunse qualche tempo dopo il rango ed il grado di SS-Oberführer.

Quando Himmler raggiunse i vertici del Reich nel 1935 , diventando Capo Assoluto delle SS, tentò di screditare Maurice ed allontanarlo dall’organizzazione per la sua ormai nota discendenza ebraica, ma Hitler, una volta informato, si mosse subito in difesa del vecchio compagno di rivoluzione, e ordinò perentoriamente che Maurice e i suoi fratelli erano da considerarsi Ariani a tutti gli effetti e parti integranti del Reich.

Dopo la guerra, venne condannato a quattro anni di detenzione in un ..campo di lavoro, morì nel 1972.

Erhard Milch, Ebreo, Fedelmaresciallo della Luftwaffe, lavorò a fianco di Albert Speer, Architetto del Reich. Come Hollaender, fu insignito della Croce del Cavaliere della Croce di Ferro.

Venne picchiato dai soldati britannici , quando fu arrestato dopo la fine del conflitto, così pesantemente da avere il cranio fratturato.

Fu imprigionato per crimini di guerra a Landsberg, e venne rilasciato nel 1954, morì nel 1972.

Bernhard Rogge, mezzosangue ebreo, fu un Ammiraglio della Marina Tedesca durante la Seconda Guerra, e venne ricordato per il rispetto con cui trattava i prigionieri nemici, cosa che lo scagionò da eventuali accuse alla fine della guerra.

Leo Skurnik, seconda fila, secondo da destra.

Leo Skurnik, Ebreo, Ufficiale Medico nella Wehrmacht ed insignito della Croce di ferro.

Alexander Löhr, Ebreo, fu un Colonnello della Luftwaffe, responsabile dei bombardamenti sugli obiettivi delle Città sul fronte Centrale e Orientale della Guerra.
Al termine della guerra, fu imprigionato, processato e condannato a morte.
La sua esecuzione capitale, pare, venne eseguita con un lanciafiamme.

Ernst Bloch, mezzosangue ebreo, Maggiore in forze alla Wehrmacht, pare che aiutò attivamente alcuni ebrei a mettersi in salvo durante la guerra.

Alexander Stahlberg, Ebreo, Colonnello della Wehrmacht.

***

Anche nel resto delle Nazioni fedeli all’Asse gli Ebrei combatterono per la Gloria del Terzo Reich: almeno trecento di essi erano tra le forze militari finlandesi al fianco di Adolf Hitler.

Comunque, questo studio, per chi volesse approfondire, è stato egregiamente condotto dal ricercatore storico americano Bryan Mark Rigg.