La Semi Definitiva Storia Conosciuta di Brenton Harrison Tarrant:[Updated]

Hmnnn Ok, here we go:

Ultimo Aggiornamento:[07 April 2019]

Ci sono cose che non tornano nella storia di Brenton. E’ vero all’inizio molti Bianchi Nazionalisti si sono crogiolati in una tagliente esultanza per l’atroce vendetta compiuta da questo autodefinito eco-nazionalista, ma più passano le ore e i giorni, più le cose diventano meno chiare. Forse che non c’e’ nulla di cui festeggiare, forse Wotan non c’entra per nulla in questa ennesima sciarada avvolta in una spirale di sangue e di odio e di rivalsa insieme, e come sempre nell’ombra ci sono i kike, i beneficiari indiscussi di queste azioni, come già scritto.

Ci sono cose che non tornano. Ed è bene analizzarle tutte perchè se qualcuno ha approfittato della Causa dei Bianchi per portarla gratuitamente sul banco degli imputati è giusto che venga smascherato.

A pochi minuti dalla strage compiuta, le testate d’informazione online di tutto il mondo scrivevano di autobombe e quattro persone fermate, di cui una donna.


Si vedrà il filmato di un automobilista che immortala l’arresto di un uomo accanto ad un’ auto speronata da quella della polizia, l’auto è una Subaru Station Wagon Outback, la stessa usata da Tarrant.

Nel frattempo il mondo ha modo di vedere il video, che ora viene bannato in Nuova Zelanda e Australia, del massacro compiuto da Tarrant, e di notare incongruenze in esso.

Abilità militari a sangue freddo.

Intanto si può notare come Tarrant sia ben preparato ed allenato ad usare armi automatiche, e quante di queste armi siano in suo possesso. Il più dell’azione è compiuto mantenendo un sangue freddo ed una calma che non viene neanche rasentata recitando simili azioni con una qualunque compagnia di parrocchia.
Potrebbe essere plausibile che Tarrant abbia non solo già sparato ma che lo abbia già fatto precedentemente su altri bersagli mobili “umani”.

Armi in Nuova Zelanda.

Aggiornamento:

Pare che Tarrant abbia avuto la licenza convalidata dalle autorità Neozelandesi e che quindi abbia acquistato le armi regolarmente. Ma non ne siamo sicuri. Le armi sono anche state modificate per renderle più letali, e comunque , licenza a parte, l’esplosivo non è acquistabile da un privato. In soli tre mesi Tarrant non può essere diventato un nuovo John Rambo.

Una volta giunto in Nuova Zelanda, quindi come turista, dove Tarrant si è procurato tutti quei fucili, e quelle armi semiautomatiche, nonchè le munizioni, e l’esplosivo?

Tarrant ha imparato ad usare queste armi presso il Bruce Rifle Club di Dunedin nei tre mesi che è rimasto in Nuova Zelanda???

Tuttavia le MSSA, armi semiautomatiche, per essere possedute da un neozelandese devono essere registrate, e bisogna ottenere una licenza rilasciata dalla polizia, in caso di straniero avente licenza del paese d’origine si può fare domanda per ottenere l’autorizzazione per la durata massima di un anno. Tarrant non ha portato con sè queste armi dall’Australia, nè siamo a conoscenza se abbia richiesto una licenza simile una volta giunto in Nuova Zelanda, ma ne dubito. Se le ha ordinate online qualche traccia deve essere rimasta, sono armi militari, forse facilmente ottenibili nel dark web ma non facilmente per via ordinaria. Qualcuno deve averlo aiutato, è chiaro.

Zerohedge si cimenta in un collegamento tra questa azione e l’assalto avvenuto all’ambasciata nordcoreana in Spagna il 22 Febbraio 2019, rimarcando che Nuova Zelanda, Inghilterra, Canada, Australia, e Stati Uniti sono legati da un accordo sulle Telecomunicazioni e sul loro Spionaggio denominato “Five Eyes“.

Si presume che Tarrant si sia radicalizzato nel 2016 (che poi è quando ha incominciato a viaggiare in “posti strani o chiave”, come Israele), e che in questi due anni la sua rabbia sia diventata tale da “scegliere” di sacrificare la propria vita per rendere “giustizia” alla vita negata delle vittime americane ed europee morte negli attentati terroristici dei Jihadisti.

Il Giorno “più” lungo : più Sparatorie, e più bombe?

A poche ore dall’attentato la polizia neozelandese ha rilasciato una dichiarazione dove affermava che uno dei fermati era un individuo che ha acquisito la necessaria licenza di categoria A e ha iniziato a immagazzinare legalmente armi del tipo usato nell’attacco.

Secondo alcuni che hanno analizzato il video ci sono degli “altri” individui armati nelle prossimità delle azioni compiute da Tarrant, individui che indossano cappelli da baseball.

Ci sono video di alcuni fermati dalla polizia che mostrano almeno un sospetto in stato d’arresto che indossa una mimetica, ed ha la testa rasata (la foto sembra ritoccata, ma non da noi, n.d.T.).

Ed in effetti in quelle ore Maori News riportava che era in corso una sparatoria al Christchurch Hospital.

Jacinda Ardern, la stessa donna che sta censurando ogni preziosa informazione ottenibile dalla condivisione di queste informazioni, arrestando e minacciando a 14 anni di detenzione tutti coloro i quali hanno diffuso e stanno diffondendo il video della strage, non è quello che sembra.


Ardern ha lavorato come consulente per Tony Blair, che è stato un collaboratore disponibile con i servizi di intelligence britannici, e coinvolto in situazioni molto losche dalla guerra in Iraq, all’assassinio di David Kelly, e al suo coinvolgimento nella calda situazione libica dell’era Gheddafi.

I tempi di risposta della Polizia e dei Soccorsi, 36 minuti, sembrano tempi titanici per servizi non lontani dai luoghi delle tragedie, il Primo Ministro Ardern non ha ancora commentato alcuna spiegazione su questo increscioso gap degli interventi piuttosto si è prodigata a far arrestare cittadini neozelandesi.

Non solo. La polizia di Auckland, in Nuova Zelanda, ha effettuato un intervento dopo aver individuato delle bombe alla stazione ferroviaria di Auckland.

I Veicoli.

Sempre nelle ore successive all’attentato, la polizia e i media parlavano di due veicoli, non uno, entrambi imbottiti di esplosivo. Tarrant ha comprato o affittato due auto?

I Viaggi.

Tarrant ha visitato paesi stranieri,  paesi chiave dello scenario attuale di conflitto “freddo” e meno “freddo” mondiale, prima e dopo essersi “presuntamente” radicalizzato:
Israele, Pakistan, Corea del Nord, Turchia, parti dell’Africa, Portogallo, Spagna, Francia, Afghanistan e Xinjiang, Cina.

Chiunque abbia viaggiato sa che non passerebbero inosservate le “insolite tappe” turistiche di Tarrant in alcuni di questi paesi nei timbri applicati sul passaporto.

Aggiornamento:

Si scopre , non è la regola universale, ma le nostre fonti ci assicurano che lo era, che qualunque straniero che abbia visitato Israele, e che quindi abbia nel passaporto il timbro VISA di Israele non può entrare in Pakistan.

Prima del 2018 Israele timbrava i passaporti pressochè universalmente, dopo il 2018, avendo un turismo crescente, sta evitando di farlo per non dare grane ai turisti.

Brenton Tarrant è entrato in Israele il 25 Ottobre 2016 con un timbro VISA valido per tre mesi, ed è rimasto in Israele 9 giorni. Quindi come è entrato in Pakistan, soggiornando dal 22 al 24 Ottobre 2018?

Avrebbe avuto modo di entrare in Pakistan solo con DOPPIO PASSAPORTO. Cosa non facile per un “internato di computer” ex aiutante di una palestra.

***
Ma soprattutto viaggiare costa, fare il turista costa. Un aiutante di palestra in Australia, ed anche un Neet solitario di Internet, definito “recluso” dai suoi stessi vicini di casa, può permettersi tutti questi viaggi? Chi pagava per le sue vacanze? Come si è mantenuto in Nuova Zelanda per tre mesi?

Tarrant è stato in Turchia tra il 17 e il 20 Marzo e il 13 Settembre 2016.
Non sappiamo se abbia a che fare con l’attentato al Presidente turco Erdoğan, sopravvissuto a un tentativo di Colpo di Stato il 15 Luglio 2016.

In Pakistan Tarrant ha alloggiato in un hotel presso la Nagar valley per due giorni, dal 22 Ottobre al 24 Ottobre 2018.

Tarrant ha visitato l’Afghanistan, una meta non proprio turistica o con memorabili siti dedicati alla memoria dei Bianchi Supremazisti. Pare sia stato nel c.d Wakhan Corridor.

In Afghanistan, hanno operato militarmente anche i Neozelandesi, ovvi i loro rapporti con CIA e Mossad.

Questo riporta alla domanda: Chi ha dato armi e munizioni a Tarrant in Nuova Zelanda se non chi ha accesso illimitato a dotazioni militari di quel tipo?
La Nuova Zelanda cerca di impedire che il filmato sia analizzato perchè potrebbe rivelare che agenti dei servizi segreti neozelandesi siano stati complici nell’attacco a Christchurch?
Perchè la NeoZelanda pare stia negando molti dettagli anche a paesi alleati come gli Stati Uniti?

Aggiornamento:
Il Ministro degli Interni australiano Peter Dutton ha riferito che Tarrant è rimasto negli ultimi TRE ANNI solo 45 GIORNI in Australia.

-Il Video-

Capire i dettagli del video resta al momento la chiave principale per notare discrepanze ed incongruenze tali da svelare ulteriori dettagli all’accaduto.

Aggiornamento 24 Marzo 2019:

Tarrant apparentemente aspetta qualcosa prima di partire, una Signora in Rosso?

Tarrant uscendo dalla Moschea incomincia a sparare ad apparenti obiettivi in strada, ma man mano che il caricatore viene svuotato qualcosa di strano accade ai bossili…

***

Le Calzature Blu.

Una vittima corre a piedi nudi viene raggiunta dai colpi sparati da Tarrant, si trascina a terra poco dopo l’entrata della Moschea, mostrandosi senza scarpe e calze, a piedi nudi, e viene lì finita da Tarrant che incomincia dopo a percorrere il corridoio che porta nella Hall principale dove ha luogo la mattanza. Al ritorno verso l’entrata (e per due volte consecutive, visto che Tarrant rientra dopo nella Moschea e riesce) compaiono due calzature blu alla stessa vittima descritta all’inizio.

Il Parabrezza non si rompe.

Quando ho visto per la prima volta il video nelle ore successive all’attentato questa cosa mi ha incuriosito parecchio. Tarrant sparava dal suo abitacolo contro il parabrezza ma questo non andava in frantumi o si evidenziava dall’immagine la creazione di fori dei proiettili esplosi, era come se avesse caricato dei colpi a salve.

Il Volto vero o presunto di Brenton Harrison Tarrant.

Cosa se il vero B.H.Tarrant fosse morto, ucciso, ed un suo sosia ne abbia acquistato l’identità?

E’ per questo motivo che le autorità neozelandesi non mostrano adesso il suo volto ai Media?

Qual è il vero volto di Brenton Tarrant ?

Naso e orecchie sono simili ma non uguali, non sembra la stessa persona.

Il DNA e i genitori di Tarrant possono rivelare la verità su questo particolare ma ho dei dubbi sui genitori di Tarrant. Erano loro a mantenere economicamente il figlio? E se non erano loro, si sono mai chiesti dove il figlio prendeva i soldi per finanziare le sue “vacanze”?

Aggiornamento:

si scopre che , forse per errore ma non ne siamo tanto sicuri, che i giornalisti turchi trovarono e pubblicarono una foto di Brenton Tarrant….

Sia nel titolo che nella dicitura tuttavia il nome è scritto corretto: BRENTON<<<

Forse fu un errore attribuibile al fatto che digitarono Brendon invece di Brenton, e ottennero questa foto da un account facebook, che ora non esiste o forse non è mai esistito..Ma perchè questa foto è importante?

E’ importante per gli occhi blu del tizio.

Perchè in una foto di Tarrant ripresa da una sequenza registrata da una Telecamera Aereoportuale, lui sembra avere gli occhi blu:

Ma nelle altre foto disponibili di Tarrant, lui non ha gli occhi blu…

Occhi blu che hanno ENTRAMBI DUE NONNI DI BRENTON TARRANT:

***

Ancora una volta la gente dovrebbe chiedersi  chi beneficierà di più da tutto questo…

Aggiornamento 27 Marzo 2019:

I Musulmani in Neozelanda incolpano gli Ebrei del Mossad di essere i veri mandanti della strage. Questo video risale al 23 Marzo 2019, solo 8 giorni dopo la strage:

Anche in quest’ottica i riferimenti a Pewdiepie e Candace Owens sembrano mirati a far danni a chi sta portando alla nostra causa giovani bianchi e giovani neri.

Dopo un inizio e un’accoglienza che dava soddisfazione per aver seppur nel male dato risalto alla Causa del Genocidio Bianco ora si passa all’amarezza e allo scontento, capendo in ultimo che questa è un’azione che ha ben poco a che vedere con il Nazionalismo Bianco e con tutte le cose che Brenton Harrison Tarrant ha scritto nel suo manifesto, buttate giù solo per depistare e demonizzare ogni bianco equiparandolo ad un terrorista.

Advertisements

Leave a Reply

Please log in using one of these methods to post your comment:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.