MONTARE #FAKENEWS A OROLOGERIA

Sono sicuro che la maggioranza dei nostri lettori ricordera’ questa storia.

La Storia dell’Orologio scambiato per Bomba ed adesso confermata come #FAKENEWS !

CORRIERE.

Un ragazzo mostra un suo progetto al professore di ingegneria, un altro insegnante dà l’allarme: arrestato e ammanettato. Il padre, politico sudanese accusa le autorita' di islamofobia.
Un 14enne in Texas è stato arrestato perché l’orologio «fatto in casa» da mostrare a scuola è stato scambiato per una bomba. Ahmed Mohamed, appassionato di elettronica e di meccanica, ha raccontato ai media americani che, dopo averlo costruito a casa, lunedì ha portato l’orologio alla MacArthur High School di Irving per farlo vedere al suo professore di ingegneria. Ma il suo lavoro non è stato apprezzato: forse per via delle origini musulmane del ragazzino, è stata chiamata la polizia. «Un caso di discriminazione», si sono subito ribellati gli osservatori internazionali. E Ahmed è diventato un caso politico, con il presidente degli Stati Uniti Barack Obama e Hillary Clinton, candidata alla Casa Bianca, che hanno preso posizione per sostenerlo, e una campagna lanciata su Twitter, #IstandwithAhmed, che ha raggiunto 450 mila clic in poche ore. «Bell'orologio, Ahmed- ha scritto Obama- Vuoi portarlo alla Casa Bianca? Potremmo ispirare molti ragazzi come te ad amare le scienze. Questo è quello che fa l'America grande». Anche il numero uno di Facebook, Zuckerberg, ha invitato Ahmed a fargli visita: «Avere la capacità e l'ambizione di costruire qualcosa di nuovo dovrebbe suscitare un applauso, non un arresto», scrive in un post.

Oh che storia toccante, anzi ticchettante. Il giovane sfortunato ragazzo musulmano sudanese porta un congegno meccanico con un orologio a scuola, in tempi dove nessun allarme puo’ essere sottovalutato, dato che ragazzini musulmani si fanno esplodere ovunque senza pensarci due volte, come a Manchester durante un concerto l’anno scorso, quest’affare dentro una scuola con tutto quello che puo’ succedere, quindi il personale attento e preparato non si e’  lasciato prendere alla sprovvista da quello che potenzialmente poteva a tutti gli effetti essere un attentato terroristico, onore a questo personale che ha reputato piu’ giusto agire in quel modo forse sagacemente tempestivo ma al fine potenziale di salvaguardare vite innocenti.
Alla fine tutto si e’ dissolto come un equivoco, ma anche come una forma di esercitazione non programmata, una risposta corretta ad un evento fortuito.
Questa non e’ una mia opinione, ma il volere di un Giudice Distrettuale di Dallas, il quale ha intimato ai Mohamed di pagare i costi della causa, dopodiche’ ha virtualmente sbattuto la porta in faccia a questi sudanesi sancendo la fine di questa storia sul nulla, o su un’esercitazione andata a buon fine.

NBCDFW.SOURCE.

Un giudice ha respinto la causa intentata dal padre di un ragazzo musulmano arrestato dopo aver preso un orologio fatto in casa nella sua scuola di Irving nel 2015.
La decisione, Martedì, del giudice distrettuale degli Stati Uniti Sam Lindsay di Dallas, significa che la causa di Mohamed Elhassan Mohamed non può essere nuovamente rielaborata sulla base delle stesse affermazioni. Il giudice ha anche ordinato alla famiglia di coprire tutti i costi della causa.
La famiglia di Ahmed Mohamed si era lamentata che il distretto scolastico indipendente di Irving aveva discriminato il ragazzo, a 14 anni, a causa della sua razza e religione.
Ahmed è stato accusato di avere una finta bomba. La polizia in seguito ha lasciato cadere l'accusa, ma è stato sospeso. La sua famiglia non lo ha rimandato a scuola.

Ora i Mohamed possono tornare in Sudan ed aprire fabbriche di orologi per qualsivoglia uso, e visto che Obama non e’ piu’ Presidente potrebbe anch’egli tornare in Kenya a fare Politica… di qualsivoglia uso.

Advertisements

Leave a Reply

Please log in using one of these methods to post your comment:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.