PAGINA 40

La Commissione Europea guidata da dei delinquenti corrotti e ciarlatani ci ha mandato l’ennesimo rapporto sulle pensioni. Un punto in particolare colpisce. Dicono chiaramente che l’Italia deve accogliere ancora piu’ migranti di quanti gia’ non abbia fatto, e questo, sempre secondo il rapporto, per “rimpiazzare” i giovani italiani che vanno a lavorare all’estero.

Si puo’ continuare a mentire così? I giovani vanno via perche’ non c’e’ lavoro ma dovremmo accogliere piu’ migranti per “sostituire” questi giovani, quindi i migranti che lavoro faranno?

Accoglierli sta costando e costera’ molto di piu’ delle pensioni.

IL.GIORNALE.
La sinistra ha perso anche nelle sue roccheforti: il colore rosso è quasi sparito dalle cartine geografiche post elettorali pubblicate sui giornali. Come mai? Un indizio. Nelle località dove la convivenza fra italiani e stranieri ha prodotto problemi o addirittura tragedie, il centrodestra, specie la Lega, ha incassato un successo netto.
Dopo la caduta del Muro, i post-comunisti hanno divorziato dal popolo per occuparsi dei problemi della borghesia metropolitana. Non parlano più di riscatto sociale o uguaglianza. Preferiscono educare il popolo attraverso il lessico ipocrita del politicamente corretto, estraneo all'esperienza delle persone. Che hanno votato il centrodestra, dalle idee chiare sull'immigrazione incontrollata, e il Movimento 5 stelle, che non si capisce bene cosa voglia ma che, in passato, aveva fatto, attraverso alcuni dei suoi leader, dichiarazioni dure contro la politica delle porte spalancate. La favola del socialismo umanitario non ha incantato i cittadini che hanno potuto sperimentarne gli effetti: si preoccupa della fame nel mondo ma non della fame a Canicattì.
Ancora meno piace la propaganda continua sui vantaggi dell'immigrazione e la rinuncia alle nostre radici. Il multiculturalismo, sosteneva non un pericoloso estremista ma il liberale Giovanni Sartori, non è una buona idea. Secondo lo studioso, il multiculturalismo conduce alla «secessione culturale». La separazione prevale sull'integrazione. La città diventa un mosaico di tribù che vivono una accanto all'altra senza quasi conoscersi. Le rivendicazioni di un numero crescente di minoranze portano poi «a leggi diseguali caratterizzate da eccezioni». Lo Stato liberale sottrae l'individuo all'arbitrio perché le leggi si applicano senza distinzioni. Al contrario, la moltiplicazione dei diritti, attribuiti in funzione dell'appartenenza a una minoranza culturale e protetti da leggi ad hoc, porta alla frammentazione e reintroduce l'arbitrio: allo Stato è attribuito il dovere di intervenire e il potere di discriminare. In altre parole, il mondo multiculturale è illiberale e genera conflitti (tra poveri). Non è neppure vero che tutti gli immigrati siano uguali: alcuni sono meno integrabili degli altri, specie se provengono da una cultura in cui il cittadino si identifica con il credente e lo Stato religioso coincide con lo Stato civile. È chiaro a tutti, tranne alla sinistra. Questo voto è già stato bollato come populista ma è semplicemente popolare.

Quindi, e’ chiaro il disegno criminoso della Troika Europea.

Distruggerci.

E a questo scopo, come scritto precedentemente, e’ arrivato in loro supporto ,come truppe aviotrasportate, il Movimento 5 Stalle.

Paradossalmente, Io ed altri, come Sgarbi, li vogliamo al Governo. Insieme ai buonisti, pro-immigrazione, ed europeisti del PD. Sara’ bellissimo vederli all’opera.

IL.GIORNALE.

Il Movimento Cinque Stelle ha vinto. Dunque governi. Si renda conto della difficoltà di cercare il compromesso. Si sporchi le mani. Capisca cosa vuole dire nominare l'amministratore delegato dell'Eni, avendo previsto la cancellazione del petrolio come fonte energetica. Comprenda cosa vuole dire trovare decine di miliardi per il reddito di cittadinanza, combattendo con i tecnici del bilancio prima, con la Ragioneria a seguire, e poi con la Commissione europea. Non è una sfida, è la prova del fuoco.

Advertisements

Leave a Reply

Please log in using one of these methods to post your comment:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.