L’ALTRA FACCIA IRONICA DELLA STORIA

Introduzione.di.Flint.McLeane

Marxisti.
Non sono quei prodotti di Stalin che stermino’ nei pogrom, o campi di concentramento/sterminio siberiano, piu’ di venti milioni di oppositori sovietici.
Non sono quei prodotti di Trotsky che stermino’ 10000 marinai sovietici colpevoli solo di difendere i lavoratori portuali, gli stessi uomini che avevano vinto per lui la Rivoluzione Russa. Non sono quei terroristi che perpetrarono rapimenti e barbare esecuzioni negli anni di piombo. Il pericolo resta per gli Ebrei, i loro utili idioti cristiano-zionisti ed altri ignoranti bigotti da cabaret, il Fascismo e il Realismo razziale, che persistono a chiamare Razzismo, e tutti coloro i quali contestano evidenti omissioni e falsita’ storiche acclarate, che persistono a chiamare Negazionismo.

I Marxisti non sono Nazisti, ed i Nazisti sono le Persone Bianche.

NAZISTA COME INSULTO ALLE PERSONE BIANCHE.
di Andrew Anglin

Siamo su così tanti livelli di ironia che gli ebrei non sanno nemmeno cosa sia l’ironia.

Di questi tempi si parla molto di “nazisti”.

Sono presumibilmente la figura di spicco di questo gruppo, e sinceramente non so cosa sia.

Naturalmente, capisco il termine nel contesto storico di “un membro del Partito operaio socialista nazionalsocialista”. Ma questo non esiste piu’ dal 1945.

Capisco il contesto in cui uso il termine per identificarmi – lo uso perché lo chiamano gli altri, e non mi interessa discutere di etichette e insulti arbitrari e preferirei invece discutere di idee. È potente in un modo “okay, non me ne frega un cazzo, e poi?” Per evitare di discutere sulle definizioni.

Nel mio dibattito con Sargon di Akkad, lui mi ha chiamato un nazista e allora gli ho chiesto che cosa intendesse e ha detto che il nazista e’ una persona bianca che crede di avere un paese bianco per se stesso. Concordava che ciò significava che i padri fondatori degli Stati Uniti erano nazisti. E penso che sia piuttosto un insulto standard.

“Nazista” è chiunque crede che i bianchi abbiano il diritto di esistere come gruppo unico con propria autodeterminazione e propria volonta’.

Anche se personalmente venero e lodo apertamente il Terzo Reich (mentre non ho alcun piano specifico per ricreare in qualche modo un movimento nazionalista tedesco in America), persone come Richard Spencer, che si distanziano da Hitler e dal Reich, sono anche etichettate ” nazisti “.

Ancora più in generale, il nazista e’ “qualsiasi persona a cui gli ebrei non piacciono, o non piace a loro”. Donald Trump, Steve Bannon e altre figure molto importanti sono state chiamate “nazisti” dagli ebrei e dai loro lacchè negli ultimi due anni, e queste persone non stanno chiedendo un EtnoStato Bianco.
Ricordo che ha fatto piu’ Donald J Trump per gli Ebrei in meno di un anno che Barack Obama in dieci lunghi anni.

Quindi, la parola in effetti non ha alcun significato a questo punto, se mai l’hai usata così a casaccio.

L’unica vera connotazione di vita reale che questa parola possiede è quella delle gang di strada neo-naziste. Cioè, gruppi di nazisti in costume, skinheads, ottusi ponchioni da circo meccanico.

Per molto tempo, non ero a conoscenza dell’esistenza di questo genere di gruppi, pensando che fossero scomparsi a metà degli anni ’90. Con mia sorpresa, sembra che siano tornati, e questo sta confondendo l’uso di questa terminologia. Quello che era stato uno scherzo – un modo di possedere un insulto per deridere gli ebrei – ora ha immagini di vita reale allegate al termine.

Questo ovviamente mi mette in una situazione molto strana, dove non mi sarei mai aspettato di essere inserito. Quando cinicamente ho fatto dei meme di questa cosa, non avevo idea che segmenti di Alt-Right avrebbero deciso di giocare ad indossarla e marciare per le strade.

Va bene scherzare e riferirsi a noi stessi come “nazisti”. Lo faccio ancora. Non vedo nessun problema.
Tuttavia, in una discussione seria con il nemico, quando siamo chiamati “nazisti”, dobbiamo confrontarci su cosa significhi. Dobbiamo respingerli e dire: “Cosa intendi quando mi chiami nazista? Definisci il termine. “

Praticamente in ogni caso, daranno la stessa risposta che Sargon ha dato: “Bene, tu credi che i bianchi abbiano diritto di paesi solo per loro…”

A quel punto, la risposta ovvia dovrebbe essere: “Quindi, considereresti anche i padri fondatori nazisti?”

E in quasi tutti i casi diranno di sì. Se non dicono immediatamente di sì, allora puoi facilmente comprimerli, respingerli via nei loro spazi sicuri, ma se affermeranno che i Padri Fondatori erano assolutamente nazisti, alla fine non avranno altra scelta che essere d’accordo.

L’agenda dei meme del prossimo anno deve essere quella di solidificare l’idea nella mente delle persone che ogni volta che uno sbocco mediatico ebraico dice “nazista”, “supremazista bianco” o “razzista”, ciò che in realtà significa e’ “Persona Bianca”.

E siamo molto vicini a questo punto.

Quando raggiungeremo quel punto, l’intero Mainstream inizierà naturalmente ad associarsi, di default, con il nostro movimento.

Fa tutto parte del piano.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

w

Connecting to %s