LA MAGISTRATURA PARLA CHIARO

Le parole del Procuratore Generale Luigi Maria dell’Osso fanno chiarezza alla confusione generata dai proclami menzogneri marxisti in questi ultimi anni ripetuti ossessivamente e senza freno.
Esiste un grosso problema nella nostra Societa’ , questo problema deriva dal massiccio arrivo indiscriminato di clandestini che , una volta esenti dal reato di immigrazione clandestina (Grazie ai 5Stelle e al PD,n.d.R.), e “rilasciati” “cospicuamente” ad inondare citta’ e paesi senza nessun tipo di inquadramento da parte dello Stato, questi individui nolenti o volenti vanno ad infoltire progressivamente le “gia’ precarie” condizioni di vita sociale dei ceti non abbienti, dando quindi vita a fenomeni di devianza criminale in maniera pressoche’ dilagante, preoccupante, e dirompente…

FONTE.GIORNALE.DI.BRESCIA.

«L’impatto sul territorio Bresciano di immigrati clandestini in numero cospicuo e crescente contribuisce a creare condizioni di crescita di fenomeni di devianza criminale in termini ancor più marcati che nell’area milanese». Questo quanto scritto nella relazione del Procuratore generale di Brescia Pier Luigi Maria Dell’Osso letta in occasione dell’inaugurazione dell’anno giudiziario alla Corte d’Appello di Brescia.
Prima di Dell'Osso ha preso la parola il presidente della Corte d’Appello di Brescia Claudio Castelli.
«Registriamo la progressione con cui gruppi criminali di origini slavo-albanese, nordafricana, rumena hanno seguitato ad acquisire in Lombardia posizioni di sempre maggiore rilievo nel settore dello sfruttamento della prostituzione e del traffico di sostanze stupefacenti» ha spiegato il procuratore generale di Brescia.

La Magistratura intende e sottointende , oltre a suonare un campanello d’allarme e preciso richiamo alla Politica che deve risolvere questo problema, che le attuali forze dell’Ordine subiscono l’impatto piu’ pesante , oltre ai comuni cittadini, essendo chiamati in situazioni sempre piu’ frequenti di escalation molto pericolose di questi fenomeni in assenza di adeguati strumenti, in assenza di un giusto numero di personale, in assenza di condizioni minime di sicurezza atte a se non risolvere quantomeno a minimizzare questo sfacelo ormai quotidiano che si sta radicalizzando come un cancro, tentacoli di piovra, ovunque, in ogni luogo del paese.

Il Procuratore Zuccaro fece piu’ o meno lo stesso appello.

Il problema esiste, persiste e resiste.

Advertisements

Leave a Reply

Please log in using one of these methods to post your comment:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.