IL GENERALE ULYSSES S. GRANT

La Guerra Civile Americana fu veramente lo scontro tra due ordini di pensiero ? I Confederati erano veramente i cattivi della situazione ? Avete mai sentito parlare o solo il nome, in film o cartoni animati, del Generale “Nordista” Grant ? E’ stato anche il 18° Presidente degli Stati Uniti per quelli che non lo ricordano. Probabilmente si, avete sentito il suo nome. Ma come gia’ dimostrato nei precedenti articoli/saggi, quello che vi hanno dato in pasto e’ solo un misero quarto ben messo e mal ridotto della realta’ storica che i Cultural Marxisti vi servono, a tutti voi…schiavi.

L’Ordine n. 11 e’ il titolo di un ordine emesso dal Maggiore Generale Ulysses S. Grant delle truppe dell’Unione del Nord , sotto il presidente Abramo Lincoln,  il 17 Dicembre 1862, durante la guerra civile americana.

Grant ordinò l’espulsione di tutti gli Ebrei nel suo distretto militare, comprendente aree del Tennessee, del Mississippi e del Kentucky. L’Ordine N.11 fu emesso come parte di una campagna dell’Unione contro il mercato nero del cotone meridionale, che era gestito “da Ebrei, commercianti senza scrupoli”.
Tuttavia dopo le proteste dei leader delle comunità ebraiche, dei membri del Congresso e della stampa, il 4 Gennaio 1863 il presidente Abramo Lincoln revocò l’ordine generale. Durante la sua campagna per la presidenza nel 1868, Grant dichiarò di aver emesso l’ordine senza pregiudizio contro gli Ebrei, ma semplicemente come un modo per affrontare un problema che alcuni ebrei avevano causato….

Grant affronto’ la corruzione del commercio del cotone che percepiva come una corruzione endemica: il commercio altamente redditizio , infatti, portava a un sistema in cui “ogni colonnello, capitano o quartiermastro … [era] in una partnership segreta con qualche operatore/contrabbandiere ebreo di cotone.”

Il 9 Novembre 1862, Grant ordino’ al Maggiore Generale Stephen A. Hurlbut di: “Rifiutare tutti i permessi di transitare a sud di Jackson, in particolare gli israeliti devono essere tenuti fuori”. Il giorno dopo istruì il Generale Joseph Dana Webster: “Ordina a tutti i controllori della ferrovia che a nessun ebreo sia permesso di viaggiare su nessun treno verso sud da qualsiasi punto, possono andare a nord e essere incoraggiati, essi sono una così intollerabile seccatura che il dipartimento deve essere epurato da tutti loro. “ In una lettera al Generale William Tecumseh Sherman, Grant scrisse che la sua politica fu condizionata ” in conseguenza del totale disprezzo e dell’evasione degli ordini da parte degli ebrei “.

Il Generale Wilson disse che Grant  attaccava quelli che considerava la loro controparte: i mercanti opportunisti che erano ebrei.

Lo storico Bertram Korn nel 1951 scrisse che  l’Ordine N.11 faceva parte di un preciso e specifico modello Grant: “Questo non era il primo ordine discriminatorio che Grant aveva firmato […] era fermamente convinto della colpevolezza degli ebrei ed era ansioso di usare ogni mezzo per liberarsi di loro”.

General Order No. 11 decreed as follows:

  1. The Jews, as a class violating every regulation of trade established by the Treasury Department and also department orders, are hereby expelled from the Department [of the Tennessee] within twenty-four hours from the receipt of this order.
  2. Post commanders will see to it that all of this class of people be furnished passes and required to leave, and any one returning after such notification will be arrested and held in confinement until an opportunity occurs of sending them out as prisoners, unless furnished with permit from headquarters.
  3. No passes will be given these people to visit headquarters for the purpose of making personal application of trade permits.

La formula dell’Ordine N.11 ha riguardato tutti gli ebrei, indipendentemente dall’occupazione, ed è stata attuata di conseguenza.

Tuttavia Grant fu anche uno sporco arrivista, e quando si presento’ alle Elezioni come candidato Presidente, divenne uno dei più grandi amici degli ebrei della storia americana. Da Presidente, nominò più ebrei in carica di qualsiasi altro presidente precedente, condanno’ le atrocità contro gli ebrei in Europa perpetrate dai Russi, mettendo i diritti umani sulla sua agenda diplomatica.

Addirittura nel 1874, il Presidente Grant partecipò alla dedica della congregazione di Adas Israel a Washington con tutti i membri del suo Gabinetto. Era la prima volta che un presidente americano frequentava una sinagoga…. Molti storici hanno visto in questa politica parte del suo continuo sforzo di riconciliazione con la comunità ebraica, altri , a ragion veduta, videro in questo una certa ironia della Storia: Grant da grande guerriero etico e morale contro la corruzione divenne vittima della corruzione perpetrata dagli ebrei che finanziarono la sua campagna elettorale ed anche i depositi bancari della sua famiglia.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

w

Connecting to %s