NEGRO

Si puo’ usare la parola negro per indicare individui di colore ? La risposta e’ si.

Non e’ proibito per legge, e’ un termine scientifico e usato da secoli. Ma ci sono delle differenze? Secondo qualche giudice si. Secondo il politicamente corretto dei marxisti si. Secondo noi la differenza esiste ma non e’ assolutamente quella propugnata dal Cultural Marxismo.

Scrivere o indicare qualcuno come negro non e’ un insulto o discriminazione razziale.
La Corte di Cassazione ha condannato per ingiuria aggravata dalla discriminazione razziale dei bianchi per aver etichettato dei negri come negri dato che avevano aggiunto , all’ovvia etichetta scientifica, l’aggettivo sporco. Mettiamo adesso il caso che un negro invece utilizzi l’espressione: “Sporco bianco”, che farebbero i giudici ? Condannerebbero un negro che l’abbia pronunciata etichettando un uomo bianco?
Aspetto questo caso con viva e vibrante trepidazione.

In ogni caso, e’ un termine scientifico, ed usato nella letteratura italiana e straniera da secoli:

E non esistera’ mai legge adeguata atta a farci desistere dall’usare questo termine.

Tuttavia , anche se molti resteranno stupiti, Io faccio differenza tra un negro ed un nero.

Nero , ad esempio, e’ un individuo come Malcom X, o Denzel Washington, persone civili che hanno riscattato con le loro condotte esemplari ogni elemento selvaggio, criminale ed incivile, che altri appartenenti alla loro razza al contrario non hanno fatto.

Malcom X in particolare e’ un personaggio degno di nota ed ammirazione in questo frangente poiche’ da quello che si puo’ apprendere dai suoi insegnamenti e lezioni di vita la pensava esattamente come quanto fin qui descritto, infatti disse:

“We had the best organization a black man’s ever had. Niggers ruined it.” – “Noi abbiamo avuto la migliore organizzazione che un uomo nero abbia mai avuto. I Negri l’hanno rovinata.”

Inoltre, come gia’ scritto in precedenza, Malcom X era favorevole al Nazionalismo Nero, considerando i neri in America non americani ma africani,

Malcom X voleva fortemente societa’ divise in base alla razza, e se gli Dei ci hanno creato diversi c’e’ una ragione fondamentale che fonda il motivo per cui hanno optato per questa scelta. I leopardi non si accoppiano con le tigri, i leoni non si accoppiano con i lupi, etc.


Societa’ con razze uniformi possono vivere e cooperare benissimo con altre societa’ diverse dalla loro, ma mischiare due cose diverse per Storia, Identita’ e Scienza ha portato e non potra’ che portare a problemi e catastrofi in misura sempre crescente. Golda Meir , leggendario primo ministro israeliano, la pensava esattamente così, definendo l’incrocio delle razze piu’ pericoloso dello stesso Olocausto:

Perfino la ministra negra che un Governo Italiano ha avuto di recente ha adoperato e sancito per legge l’uso legittimo della parola negro. Una bellezza.

Inoltre, prendete , ad esempio, il genere musicale del Rap Americano, molto copiato anche da certi bianchi fasulli. Un genere di estremo cesso, ma sfido chiunque a non trovare la parola “nigro” , “nigga” o “negroes” , in almeno l’89% dei testi di queste canzoni, cioe’ gli stessi negri adoperano questa parola per etichettare loro stessi.

Ma poi , eventualmente, accusano i bianchi di razzismo e via ai cori e alle devastazioni promosse dai Black Lives Matter, un’organizzazione prettamente terroristica che negli ultimi anni negli Stati Uniti accende roghi, linciaggi e saccheggi ogni qual volta la polizia , per ragioni di servizio e di legge, ha dovuto difendere la societa’ da pericolosi, o presunti tali, criminali. Quello che i mass media non raccontano , tuttavia, e’ che sempre la polizia apre il fuoco per le stesse ragioni, servizio e legge, anche sui bianchi, uccidendoli, ma nessuna protesta di massa e di sorta si accende in questo caso. I marxisti, i cuck e i sinistrorsi sinistri obietteranno con la bava alla bocca che i bianchi sono vittime in piccole percentuali rispetto ai negri, che poveri bastardi. La vogliono dare a bere alla loro madre incinta degli stessi figli scemi. I bianchi sono vittime della polizia in casi nettamente inferiori poiche’ gli stessi bianchi che commettono atti criminali, o presunti tali, rappresentano una percentuale ridottissima rispetto a quella dei negri.
Ecco tutto.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s