LA GUERRA FREDDA NON E’ MAI FINITA

Israele odia la Russia, e parallelamente le Nazioni ZOG, prima fra tutte l’America, fanno muro comune al fine di danneggiare, sabotare, e ridurre al minimo le potenzialita’ della Russia di Vladimir Putin.
La Guerra Fredda in realta’ non e’ mai finita.

Molti avranno avuto modo di documentarsi guardando il documentario-intervista di Oliver Stone con il Presidente Russo Vladimir Putin: THE PUTIN INTERVIEWS.

Riassumiamolo brevemente:
Stone prima spara a raffica domande sui luoghi comuni e stereotipi per cui il mondo occidentale e americano conosce la Russia e soprattutto la Russia di Putin, visto come uno Zar, un dittatore capace di silenziare le opposizioni ed espandere il suo dominio.
Stereotipi e luoghi comuni che il Presidente tra una risata e l’ altra demolisce.
Infine Stone vuole avere la sua versione geopolitica su dove si sia indirizzato il mondo “dopo la Guerra Fredda”.
Qui, il fulcro della fucina che crea artificiali e malvagie identita’ nemiche viene svelato e il vero ideale muro di Berlino cade in tutta la sua fracassante dirompenza.
Putin osserva che dopo la c.d. fine della Guerra Fredda, la Russia si ritiro’ dalle Repubbliche dell’Est e solo verbalmente gli Stati Uniti accettarono di non cercare di espandersi a loro discapito in quell’area.
Così non fu. La Nato intorno al 2001 acquisì Lettonia, Estonia, Lituania ed altri ex paesi del blocco sovietico. Ma perche’ se la Guerra Fredda era finita?
Contemporaneamente gli Stati Uniti chiesero alla Russia una revisione del trattato sul Controllo dei Test Nucleari e sulla Difesa Missilistica Intercontinentale.
Dopo l’ 11 Settembre 2001 la Russia aveva pensato che una stretta intesa con gli americani era possibile al fine di mitigare e piegare il pericolo islamico.
Ma gli Stati Uniti che avevano creato da soli quel pasticcio dai tempi della guerra sovietica in Afghanistan , rifornendo di armi i Mujaheddin in funzione antirussa, non avevano imparato la lezione ma non perche’ non l’ avessero compresa, ma perche’ non gli “interessa” a tutt’oggi capirla. Così in occasione della Seconda Guerra Cecena rifornirono nuovamente il “nemico” jihadista ceceno con armi e piani di attacco contro i russi, nonostante questi avessero prestato loro una base al confine con l’ Afghanistan per rifornire le loro truppe d’invasione.
In Ucraina e’ avvenuta la stessa cosa. Gli americani hanno fomentato e sostenuto la rivolta contro il Presidente filorusso Janukovyč nel 2013 dando il via all’occupazione militare russa della Crimea dopo che questa decise con un referendum , con piu’ del 90% dei SI, l’ annessione alla Madre Patria Russa, poiche’ da sempre occupata da una popolazione piu’ filorussa che ucraina. Sono seguiti problemi con la NATO , e l’embargo economico da parte della Comunita’ Europea.
Putin osserva che sia la NATO che l’Unione Europea sono formati non da Nazioni sovrane ma Stati Vassalli che debbono obbedire ad un potere verticistico e centrale, vanificando di fatto la sovranita’ dei popoli che li compongono, che loro malgrado accettano come schiavi sucubi le volonta’ anche e spesso totalmente in contrasto con la propria storia e i propri principi fondamentali.

Alla luce di questa testimonianza possiamo facilmente spiegare il resto delle azioni ZOG dei nostri giorni.

Bannon: ‘The Trump Presidency That We Fought For, and Won, Is Over.’

Steve Bannon e’ stato uno dei piu’ fidi se non il piu’ fido assoluto consigliere , e oserei dire la chiave del successo, di Donald Trump durante la sua strabiliante e possente campagna elettorale del 2015-2016.
Bannon filo AltRight era contrario all’ uso della forza militare contro il Presidente Siriano Bashar al-Assad, favorevole invece il genero, Jared Kushner, Ebreo ortodosso.


Dopo qualche mese da quell’ evento, e dopo che Trump ando’ a prestare giuramento nella Terra Santa d’Israele:

Bannon e’ stato licenziato da Trump. Il commento di Steve Bannon al suo licenziamento e’ stato lapidario e seppur nella sua scioccante verita’ non ci ha colto di sorpresa:
La Presidenza di Trump per la quale abbiamo combattuto, e vinto, e’ finita.”

La Russia e’ uno Stato Sovrano, non odia le minoranze, gli omosessuali, perfino i musulmani, anzi li protegge, ma queste minoranze devono dimostrare disciplina e seguire le leggi russe molto scrupolosamente.
La Russia possiede una Banca Centrale , ha accordi di ferro con il Fondo Monetario Internazionale, produce Gas, Petrolio, e il suo processo di modernizzazione e’ in continua crescita e sviluppo.

(((C’e’ chi guarda))) a questa sovranita’ come il male, e offuscando la mente di tutti quelli che non la penserebbero così se conoscessero appieno i dettagli si prodiga a spargere veleni e nebbie al fine di distruggere lo Stato Russo.

Perfino il #RussiaGate e’ un piano diplomatico segreto per sbarazzarsi di una qualunque politica di Trump intesa a migliorare e riqualificare in meglio i rapporti tra Stati Uniti e Russia.

Il nuovo addio degli Stati Uniti dato all’UNESCO perche’ a loro giudizio fomentato da posizioni anti israeliane e’ sempre una costante e parametro della Matrice ZOG.

Qualsiasi informazione intesa a screditare, denigrare, falsificare l’immagine della Russia di Vladimir Putin e’ da leggere usando le chiavi appena descritte.

Neanche i prodotti AntiVirus russi possono essere esenti da tali teatrali risvolti drammatici di spionaggio e cybercafe’ letterari dell’ (((Havana))):

FOX NEWS.

Gli agenti di intelligence israeliani hanno osservato hacker russi usare il software della Kaspersky Lab di Mosca per cercare i segreti degli Stati Uniti, secondo i rapporti del New York Times. Gli hacker hanno riferito di aver cercato computer in tutto il mondo per i nomi in codice dei programmi di intelligence americani.Citando attuali ed ex funzionari governativi che hanno parlato in condizione di anonimato, la relazione dice che i funzionari israeliani che avevano attaccato usando la rete di Kaspersky hanno avvisato i loro omologhi Usa. L'intrusione, rilevata più di due anni fa, ha indotto la decisione recente del governo statunitense di bannare il software Kaspersky Lab, ha detto il Times.
L'operazione russa ha rubato documenti classificati da un dipendente NSA. I documenti sono stati immagazzinati in modo improprio sul computer domestico del dipendente, su cui è stato installato il software Kaspersky Lab, secondo il New York Times.
Il Wall Street Journal ha riportato la scorsa settimana che gli hacker russi hanno utilizzato il software Kaspersky Lab installato su un computer di un contraente NSA per rubare informazioni sensibili. Tuttavia, il ruolo dell'intelligenza israeliana nello scoprire che l'intrusione e l'uso più ampio degli hacker russi del software Kaspersky nella ricerca di segreti Usa non sono e' noto, ha detto il New York Times.
La NSA ha rifiutato di commentare questa storia quando contattata da Fox News.
Il mese scorso il Dipartimento di Sicurezza Nazionale ha impedito alle agenzie e ai servizi federali di utilizzare i prodotti Kaspersky Lab, citando i problemi di sicurezza nazionale. Gli ufficiali statunitensi, che hanno presunto legami tra l'azienda e l'intelligence russa, hanno dato 90 giorni a agenzie e servizi di governo americani per sbarazzarsi del software Kaspersky Lab.
Kaspersky Lab ha ripetutamente negato le accuse che i suoi prodotti costituiscano una minaccia per la sicurezza nazionale statunitense, un messaggio che ha ribadito in seguito al rapporto New York Times. "Kaspersky Lab non era coinvolta e non possiede alcuna conoscenza della situazione in questione", ha detto, in una dichiarazione inviata a Fox News. "Poiché l'integrità dei nostri prodotti è fondamentale per il nostro business, Kaspersky Lab risolve tutte le vulnerabilità che identifica o che vengono riportate all'azienda".
"Kaspersky Lab ribadisce la sua disponibilità a lavorare accanto alle autorità americane per affrontare tutte le preoccupazioni che possono avere sui propri prodotti e sui suoi sistemi e rispetta con rispetto tutte le informazioni rilevanti e verificabili che aiuterebbero la società nella sua indagine a confermare certamente le false accuse , "Ha aggiunto.
I governi , russo e israeliano, non hanno ancora risposto a una richiesta di commento su questa storia da parte di Fox News.

LINK PER APPROFONDIMENTI SU WOTANSVOLK.COM :

https://wotansvolk.com/2017/05/24/rothschild-ties-with-khodorkovsky/

https://wotansvolk.com/2016/06/10/fahrenheit-cccp/

https://wotansvolk.com/2016/05/25/battle-for-the-gold/

https://wotansvolk.com/2015/12/20/impero-ii-il-serpente/

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s