IL LATO OSCURO DELLO STAR SYSTEM

Scoppia il caso Weinstein, il botto arriva in Italia non immediatamente ma molto in ritardo, così come nel resto d’Europa, i kike cercano di contenere ed evitare al massimo l’inevitabile, almeno finche’ ci sara’ un inevitabile, ma la cosa per chi ci segue e per quelli dei nostri ranghi non lascia affatto stupiti.

Da sempre affermiamo che la Macchina di Hollywood e’ nelle mani e nel cazzo degli Ebrei, rifornita dai loro sporchi soldi, dalle loro verita’ distorte, da disinformazione, e formata da schiere, e legioni, di Gentili volontari e bambine, ragazze, donne Shiksa, disposte a succhiare il cazzo dei produttori Ebrei al fine di avere la parte e poi ancora per ringraziarli di averla avuta, e “avuto” di nuovo.

Questa e’ la definizione esatta di “Prostituzione”, scambiare soldi per sesso, e questo è come sempre Hollywood ha funzionato.

Tuttavia Weinstein non ha abusato di queste prostitute, queste si sono concesse a lui spontaneamente e senza batter ciglio, ora vengono fuori solo perche’ se si sapesse che anche loro sono andate a letto a piu’ riprese con Weinstein passerebbero per conclamate troie d’alto borgo,
troie che una persona normale disprezzerà più di Weinstein quando ascoltera’ questa cruda storia dove non e’ un’immagine astratta attribuire a queste “attrici” un pensiero del tipo:“yeah ho dovuto succhiare il suo cazzo o lui non mi avrebbe dato il ruolo, quindi ho accettato di succhiare il suo cazzo per il ruolo, non e’ che quel porcone poteva darmi il ruolo così senza motivo solo perche’ sembro una cagna in calore”.

Adesso piangono e gridano di essere state violentate, ma non e’ con la coercizione fisica o con minacce di morte che queste prostitute hanno a seno nudo accettato di prendere per il cazzo il loro produttore Ebreo.

Inoltre, le attrici sono sempre state considerate al livello di prostitute, perché vendono i loro corpi per l’intrattenimento degli uomini. Di solito, nei teatri del mondo antico, le donne attrici animali da palco si vendevano al di fuori da esso come prostitute. Recitare , uno stile di vita.

In fondo la prostituzione non e’ stata inventata dagli Ebrei ma certamente è sempre stato il modo in cui Hollywood ha funzionato.

Ma Weinstein e’ solo la punta dell’ iceberg in quel mondo artificiale, malato e perverso, ci sono altri fatti gravi e altri gravissimi che si vanno schiudendo con il passar del tempo come fiori di Mandragora. In particolare, molti in questo sudicio spaccato degenerato di mondo hollywoodiano sono coinvolti a pieno ritmo nella pedofilia.

Perché le bambine figlie di attori e attrici, o del mondo dello spettacolo in generale, stanno facendo la stessa cosa di queste donne adulte, copiano quello che percepiscono, vedono, sentono, danno per scontato: succhiare il cazzo agli Ebrei e’ un imperativo se si vuole avere la parte.

Prendiamo Bryan Singer, che molti di voi conosceranno per X-Men, Star Trek, Superman, lui e’ un pedofilo stupratore, Hollywood lo sa, lo Star System lo sa, le autorita’ lo sanno. Gli idioti lo ignorano, minimizzano e accettano la cosa, forse perche’ non sono loro quei bambini e non sono stati loro da bambini ad essere violentati.

Quella Biancaneve del Tg5, quella shiksa degli Ebrei, Anna Praderio, vi racconta queste cose invece di raccontarvi solo le bolle di sapone ebraico fluttuanti ed evanescenti proiettate con luci a piroetta su grandi muri bianchi come la cocaina ?


Nel 1997, un 14enne ha accusato Singer di chiedere a lui e altri minori di filmare una scena di doccia a nudo per il film Apt Pupil. Una causa è stata depositata ma respinta per prove insufficienti.
Nell'Aprile 2014, Singer è stato accusato in una causa civile di assalto sessuale su un minore. Secondo il ricorso presentato dall'avvocato Jeff Herman, Singer è stato accusato di aver drogato e violentato l'attore e modello Michael Egan alle Hawai e a Los Angeles alla fine degli anni '90.
Singer ha negato tutto. Il 22 maggio 2014, l'avvocato di Singer ha presentato prove al giudice distrettuale federale Susan Oki Mollway affermando che né Singer né Egan erano alle Hawaii a quel tempo.
All'inizio dell'Agosto 2014, Egan ha cercato di ritirare la sua causa tramite una richiesta di pronuncia del Tribunale, ha chiesto di ritirare tutto nell'interesse della giustizia.

Nel Maggio 2014, un'altra causa è stata presentata dall'avvocato Jeff Herman per conto di un anonimo britannico. Sia Singer che il produttore Gary Goddard, ebreo (nominato anche separatamente nel primo caso) sono stati accusati di aver assalito sessualmente , nome omesso, caso "John Doe No. 117".
Secondo la causa, Goddard e Singer hanno incontrato l'uomo per fare sesso quando questi era un minore e lo hanno abusato in maniera alquanto brutale secondo i dettagli scritti nella denuncia, mentre era a Londra per la prima di Superman Returns. L'accusa contro Singer in questo caso è stata respinta, a richiesta del ricorrente, nel Luglio 2014.

Singer è citato nel film documentario 2014 sull'abuso sessuale dei minori a Hollywood, An Open Secret, anche se il film non presenta alcuna accusa specifica contro di lui.

E Roman Polanski, il pluripremiato regista Ebreo con una sfilza di accuse, e condanne per violenza sessuale su minori ?

I Media Ebraici, che poi sono una larga maggioranza e forza d’influenza sul resto dei media mondiali hanno sempre provato a minimizzare e scusare la sodomia di questi “Artisti”, “Maestri”, registi, produttori, Ebrei, riuscendoci nella maggior parte dei casi, addirittura provando a giustificare le loro violenze come un “refrain” dei dolori patiti a causa dell’Olocausto: “…mi hanno ammazzato i genitori..ora violento nel culo qualche graziosa bambina bionda e bianca così anche lei patira’ le mie pene e il mio pene psicologico.”

Vogliano gli Dei che le porte di Sodoma e Gomorra Hollywodiane rimangano ancora aperte per mostrare al mondo la malvagita’ e la depravazione smodata di questi ingordi esseri e delle loro corrotte e prostitute schiave.

Advertisements

2 thoughts on “IL LATO OSCURO DELLO STAR SYSTEM

  1. Pingback: L’ASIA HA L’ ARGENTO IN BOCCA – Mascali 7

  2. Pingback: APT PUPIL – WotansVolk

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s