Il Resoconto in italiano di “Battaglia per Charlottesville” , o/


Il 13 maggio 2017 Richard Spencer conduce una protesta a Charlottesville, Virginia, contro il voto del consiglio comunale cittadino che ordina di rimuovere una statua di Robert E. Lee, Comandante dell’Esercito Confederato della Virginia del Nord durante la guerra civile americana. La Fratellanza del corteo grida: YOU WILL NOT REPLACE US – “VOI NON CI SOSTITUIRETE”.


La città di Charlottesville e’ il luogo scelto ancora una volta da una coalizione su larga scala adesso chiamata -Unite the Right- per un nuovo corteo ad Agosto 2017.


Un nuovo e piu’ grande rally, l’11 e 12 Agosto organizzato sempre per protestare contro la rimozione della scultura Robert Edward Lee nel parco omonimo.

“È stato un piacere incontrare personalmente molti di voi in persona. Dovresti sentirti orgoglioso di essere parte di questo evento di creazione della Storia. Abbiamo appena inviato onde d’urto per l’intero sistema politico.”____(DailyStormer United)


Tutto quello che vedo riportato nei media ebraici su quello che è successo è una menzogna. Nessuno sta dando un resoconto accurato di cio’ che e’ realmente accaduto.


Ho seguito passo dopo passo tutti gli avvenimenti accaduti a Charlottesville, e sfido chiunque a dimostrare e/o a sapere di piu’ di quello che sto scrivendo.


Qualcuno ha permesso una sfilata infinita di non-bianchi e di ebrei con il solo obiettivo di spezzare il nostro raduno con delle sciocchezze. Nessuno li ha invitati, non era un confronto, ma loro lo hanno cercato in maniera premeditata.

I media invece subdolamente e propositatamente in maniera erronea addossano tutta la violenza sui Supremazisti Bianchi e sui nazionalisti legati al movimento Alt-Right e Repubblicano in genere.

Alcuni dei fratelli bianchi in queste foto hanno perso il lavoro a causa della loro devozione verso la patria e i suoi antenati.

Full 2 minute cut of Emily Gorcenski’s Night From Hell: pic.twitter.com/dL31tkWDbW

— The Swog Blog (@TheSwogBlog) August 12, 2017

This sort of…woman…whines… asking “where are you?” , as meaning a call for commies..they will materialize 12hrs later…to suppress basic rights, freedom of speech and manifest of thousands of American Citizens.

L’MSNBC ha anche cercato di dedurre che i supremazisti bianchi avrebbero cercato di abbattere un elicottero della polizia di Stato che si è poi schiantato a chilometri di distanza dal centro della città.
Follia assoluta. La loro propaganda è roba da livello ritardato.

Ecco cosa è successo realmente.
Alle 9:00 molti di noi cominciano ad assemblarsi al McIntire Park che si trova a breve distanza da Lee Park. Questo era il luogo in cui la città originariamente voleva che noi tenessimo il rally. C’è molto più spazio aperto la’ rispetto a Lee Park, che è una zona relativamente piccola e chiusa nel centro della città.


Gli organizzatori del rally hanno un convoglio di furgoni che trasportano gruppi di persone vicino a Lee Park. I furgoni hanno preso molti dei nostri gruppi entro pochi isolati dalla nostra destinazione e siamo entrati da lì.

Mentre andiamo al parco, siamo confrontati da tutti i tipi di degenerati. All’inizio sono solo per lo più solo cuckolds boomer, gattini di mezza età e alcuni -fagotti- casuali. I tipi più antibiotici sono più vicini al parco stesso.
La polizia indirizza la nostra gente ad entrare nel parco in modo da poter camminare vicino agli antifa. All’inizio la maggior parte di noi e’ in grado di entrare nel parco senza molti di problemi. Gli anti-fascisti stanno solo urlando e facendoci gesti osceni.


Mentre più persone filtrano verso il parco, gli anti-fascisti cominciano a gettarci roba addosso. Gettano urina, merda reale, bottiglie d’acqua e tutto ciò che trovano. Usano persino spruzzi di peperoncino , cassonetti e una spada….

Ma la Fratellanza del corteo grida ancora una volta :
YOU WILL NOT REPLACE US – “VOI NON CI SOSTITUIRETE”.

Inoltre cercano di impedirci di entrare nel parco. Ciò porta a scontri tra i nostri gruppi e gli anti-fascisti al di fuori del parco. In risposta a ciò che sta accadendo, la polizia comincia a gettare gas lacrimogeno nella folla.

Il Leader dell’ AltRight Richard Spencer viene portato via dalla polizia…

Ciò che è importante notare è che il nostro gruppo stava semplicemente cercando di riunirsi in un luogo dove avevamo un permesso per farlo legalmente. Tutta la violenza è nata dalla parte antifascista. Noi ci siamo solo difesi dall’essere attaccati mentre cercavamo di entrare nel parco!



Sembra che la polizia  forzi questi scontri precoci spingendo gli uni vicini agli altri per giustificare la volonta’ di chiudere tutto. Mentre gli scontri si intensificano, annunciano che, a causa di un “stato di emergenza”, dichiarano la riunione “illegale” e minacciano di arrestare chiunque rimanga a Lee Park.
A soli 100 metri di distanza si trova un piccolo esercito di poliziotti che sta aspettando di convergere nel nostro raduno.

Una situazione completamente folle.

Questa al Parco e’ solo una piccola parte dell’esercito Alt-Right arrivato a Charlottesville.
Abbiamo solo due scelte. Rimanere e farsi arrestare, fare una dichiarazione politica o possiamo riassemblare al McIntire Park e cercare di tenere il rally lì.
A questo punto, un grosso gruppo di noi torna al McIntire Park, visto che e’ ovvio che la polizia si sta preparando a convergere sul parco. Alcune persone selezionate rimangono indietro per essere arrestate intenzionalmente.
Quando finalmente arriviamo ​​al parco McIntire, capiamo che lo stato di emergenza è applicato a tutte le assemblee e che la polizia si sta preparando a chiudere qualsiasi riunione in tutta la città.
Più tardi, la polizia arriva e costringe la gente ad abbandonare.

Lo Stato rappresentato dalla Polizia invece di difendere i pacifici cittadini e attivisti dell’AltRight, contro chi e’ giunto in massa per impedire un raduno legale e democratico, ha preferito violentare ed infrangere la Liberta’ di Parola, e i Media con il loro comportamento hanno infangato la Liberta’ di stampa.

Quel ragazzo con la sua Dodge, e’ stato aggredito dalla folla di antifa e preso dal panico ha accelerato contro di essa, non per una reale intenzione di uccidere,

ma mettetevi al suo posto, se siete in grado, e chi non e’ piu’ in grado di antifa, trans e degenerati ad entrare nelle spoglie di altri individui, uomini o donne o entrambi che siano…

Una ragazza e’ morta. Ci dispiace. Nessuno doveva morire quel giorno, nessuno ha organizzato attentati o pianificato aggressioni dalla nostra parte, non sappiamo dalla loro.

Quello che sta accadendo in America e’ gravissimo. Coloro che si proclamano paladini della liberta’ e dei diritti soffocano tutti coloro i quali non la pensano come loro e muovono loro battaglia, peste ed epidemie.
Molti neutrali che ci sostenevano ci hanno adesso voltato le spalle, e molte altre inutili nullita’ e lacche’ ci attaccano per farsi belli e baluardi per un’etica degenerata e corrotta che offusca le loro finte coscienze, vanifica le loro volonta’, e mortifica l’esistenza umana stessa.
Ma gli antifa non contenti di aver interrotto una pacifica e democratica manifestazione cittadina hanno distrutto un monumento storico confederato a Durham:


Si vergognino.
Questa ragazza Ebrea dice la verita’, “Non togliete i diritti ai Nazionalisti e Bianchi Supremazisti, perche’ dai loro dipendono i nostri”:

Ann Coulter fa notare che dalla campagna elettorale di Trump ad oggi le violenze contro i Bianchi in America sono aumentate di intensita’ e nel tempo:

PRESIDENT DONALD J TRUMP on the facts:

https://www.washingtonpost.com/video/c/embed/82411e6a-7f96-11e7-b2b1-aeba62854dfa
//www.washingtonpost.com/video/c/embed/f5eba660-8215-11e7-9e7a-20fa8d7a0db6