MASQUERADE

In “MASQUERADE”, la memoria di Tivadar Soros, in una Budapest occupata da nazisti, descrive come procuro’ falsi ID per i colleghi ebrei, tra cui il figlio di 14 anni, George….

L’approccio del vecchio Soros alle falsificazioni è illuminante. Con i clienti ricchi, “lui chiedeva qualunque cosa il mercato fosse in grado di offrire”. Dal disperato invece non chiedeva nulla: “Sentivo che ero un po’ responsabile di tutti”. George si presentò come il figlio di un funzionario che conduceva inventari delle proprietà ebraiche confiscate.
“Senza rischi”, diceva suo padre , “non c’è vita”.

L’appetito per il rischio ha reso George Soros miliardario a discapito delle masse occidentali lasciate in disgrazia proprio dalle sue operazioni definite erroneamente “ad alto rischio”, non per lui ma per tutti gli altri. La fitta rete di collaboratori e corrotti creata da Soros gli ha sempre permesso di conoscere in anticipo ogni potenziale “finale” nei vari campi di battaglia delle borsa. Soros ha costruito il suo impero partendo da un principio moderno forgiato dal giudaismo:
“Gli uomini tradiscono, il denaro no.”


Soros ha sostenuto la riforma “democratica” nell’Europa centrale e orientale, dal momento che distribuiva fotocopiatrici tra gli attivisti negli anni 80.

Mentre la Russia riprende la sua influenza in Europa, l’antipatia verso Soros sta raddoppiando: in Romania, Polonia e in particolare in Macedonia, dove un movimento “Stop Operation Soros” è stato lanciato da poco.
Nel frattempo Viktor Orban, primo ministro dell’Ungheria di Soros e lui stesso destinatario in passato di una borsa di studio finanziata da Soros, smentisce l’ “impero transnazionale” del suo benefattore. Il parlamento dell’Ungheria ha approvato una legge che potrebbe chiudere l’Università dell’Europa centrale, fondata proprio da Soros nel 1991. Un’altra legge in attesa di essere promulgata potrebbe essere utilizzata contro la sua fondazione.

Il suo appoggio a Hillary Clinton e il disappunto contro Donald Trump definito da Soros come “impostore” e “dittatore volontario” – hanno rilanciato le accuse dei suoi nemici.

Soros e’ un infame per come ha provveduto ad alimentare la destabilizzazione dei Balcani, permettendo di spazzare via proprio chi a sua volta stava spazzando via i campi dei terroristi islamici in quelle terre.
Le sue ricchezze provengono da speculazioni di valute come la sterlina, come accadde nel 1992, “quando ruppe la Banca d’Inghilterra”. Ha una condanna in Francia per insider trading datata 1988.

Soros “è stato un costante sostenitore dell’ordine liberale, maschera data in pasto all’ uomo comune al posto della cruda sigla N.W.O. – New World Order”.

Soros paga le manifestazioni di antifa e delle sinistre progressiste (Movimenti Cultural Marxisti), certo non con un sussidio pro capite, ma quando gia’ fornisce denaro agli organizzatori di queste marce, di questi raduni, e’ come se stesse pagando degli “eserciti usa e getta”.
Soros e’ il perfetto connubio tra il Capitalismo Giudaico, la forza del capitale da investimento che si muove trasversalmente nei mercati finanziari che vanno da Wall Street a Tokyo, e il Marxismo Giudaico che opera attraverso la forza di false dottrine politiche e filosofiche nelle Accademie, nelle Scuole e nei salotti dei Talk Show Televisivi, passando per tutti i congressi della politica sinistrorsa e liberale dell’Occidente: As Tivadar Soros says in his book, “at one and the same time they held in their hands…the Western capitalist countries and Russian Bolshevism.” – come Tivadar Soros dice nel suo libro: ad un certo punto e nello stesso momento essi tennero nelle loro mani Il Capitalismo delle Nazioni Occidentali e il Bolscevismo Russo.

George Soros per salvarsi collaboro’ con i nazisti al fine di confiscare i beni dei suoi concittadini ebrei e spedire questi ultimi nei campi di concentramento, come lui stesso ammette in questa intervista dove anche aggiunge di non provare alcun tipo di rimorso per quello che si prodigo’ a fare durante la seconda guerra mondiale.

Rimorso e perdono non sono caratteristiche che appartengono all’ Ebreo.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s