QUADRO ATTRIBUITO AD HITLER E’ UN FALSO

Passiamo in rassegna quello che dicono Vittorio Sgarbi e fior di giornali nazionali:

Il critico: “Potrebbe essere stato fatto da Kafka, dice molto della sua psiche: qui non si vede la grandezza, qui si vede la miseria”

“Non il quadro di un dittatore, ma di un poverino, di un disperato”: così Vittorio Sgarbi descrive l’olio di Adolf Hitler esposto in anteprima assoluta all’interno della mostra “Museo della Follia. Da Goya a Bacon” che apre domani al MuSa di Salò, sul lago di Garda. Scuro e claustrofobico, il dipinto non era mai uscito prima dalla casa del collezionista tedesco che lo ha prestato, attratto dal progetto della mostra, chiedendo però che non venisse reso pubblico il suo nome. Il valore artistico dell’opera? “E’ una cagata”, dice lo stesso Sgarbi

Il piccolo olio, prestato da un collezionista privato tedesco non era mai stato esposto prima. A livello artistico, secondo Sgarbi, “è una cagata, è un quadro di un disperato, potrebbe essere stato fatto da Kafka, dice molto della sua psiche: qui non si vede la grandezza, qui si vede la miseria”.

Mi sembra abbastanza.

Ora possiamo portare alle estreme conseguenze quanto stiamo per affermare:

Quell’ olio non appartiene ad Adolf Hitler.

Adolf Hitler non ha mai dipinto quel tetro quadro.

Sgarbi oltre ad essere un pregiudicato per truffa aggravata ai danni dello Stato Italiano e’ anche un povero mentecatto, un poveretto, un critico d’ arte fallito che ha approfittato della televisione e della sporca politica corrotta di Berlusconi&Company per far carriera e soldi nel peggior modo possibile per colui che e’ definito e si autodefinisce un intellettuale.

Povero bastardo e poveri bastardi quelli che lo ammirano incondizionatamente.

LE PROVE.

La firma su quell’ olio e’ falsa. Adolf Hitler firmava i suoi quadri semplicemente con A.H. o con A.Hitler.

I colori usati nell’ olio contestato sono assolutamente cupi e tetri, Adolf Hitler odiava le nature morte, l’ oscurita’ propria di quel quadro non e’ farina del suo sacco.

Ecco le opere di Adolf Hitler con relative firme , e voi stessi giudicherete i colori sgargianti usati sulle sue tele:

 

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s