IL MITO DEL DARK WEB

skeletonf
-FONTE ORIGINALE.

-Il Dark Web potrebbe essere vicino a diventare un nome familiare. Dopo la condanna di Ross Ulbricht, il proprietario di Silk Road, e un flusso di articoli postati per sostenenere che lo Stato Islamico sta usando siti segreti per pianificare attacchi, oggi si sta parlando più che mai di questa parte nascosta di Internet.

Ma la maggior parte delle storie che vi hanno venduto sul Dark Web è un mito.

Lo so perché sono stato lì. Dal 2013, ho intervistato il personale dei mercati della droga , sui loro doppio agenti pagati dalla DEA, rintracciati alla stessa maniera tecnologicamente sofisticata che i pedofili usano per coprire le loro tracce, e ho anche scoperto che i conti Uber attivi sono stati venduti sul Dark Web per non più di un dollaro a testa. Ho anche imparato che la vera storia non è affatto quello che si sente comunemente , la storia di uno spazio enorme sotto il comune web, dove i difficili vizi da trovare nella realta’ comune vengono invece scambiati tra individui sordidi totalmente al di là della portata delle autorità. Non è questo ciò che e’ il Dark Web.

Il resto del web è altrettanto ‘Dark’.

cropped-alny.jpg

Leggi quasi ogni articolo sul Dark Web, e avrai la sensazione che il suo nome connota non solo la sua segretezza, ma anche i suoi contenuti grottescamente sporchi propri dei suoi regni oscuri. Ti verrà detto che è sede di diverse nefandezze: dati rubati, siti terroristici, e pedopornografia. Ora, mentre quelle cose possono essere tra ciò che è disponibile sul Dark Web, tutti questi contenuti sono altrettanto  disponibili anche sul normale web, e sono facilmente accessibili a chiunque, in questo preciso momento, senza la necessità di alcun software di crittografia o di fantasia varia.

Per anni ci sono stati i siti in cui si può immediatamente acquistare un Social Security Number di un qualche sconosciuto, la data di nascita, nome, cognome, indirizzo e numero di telefono per meno di un dollaro, o altri host ospitanti i dati rubati da carte di credito, pronti per una folle spesa fraudolentemente malvagia.

I Forum dei terroristi sono anche nascosti alla piena vista di chiunque abbia una connessione a Internet. Siti web regolari consentono a tutt’oggi ai sostenitori degli estremisti, a importanti membri  jihadisti allo stesso modo di comunicare tra loro e postare video di propaganda brutali. Il primo forum di Al Qaeda è stato lanciato nel lontano 2001, e anche se quel sito è stato chiuso, una manciata di altri siti di estremisti islamici violenti continuano ad esistere sul normale web e sono utilizzati pesantemente fino ad oggi. Chiudere per bene questi siti è “come il gioco Trova-la-talpa”, mi ha detto l’anno scorso Evan Kohlmann di Flashpoint, una società che si occupa di Intel.

cropped-skullconquest.jpg

Malgrado i rapporti, ci sono solo brandelli di prova che lo Stato islamico sta usando il Dark Web. Un apparente sito di raccolta di fondi ,messo in evidenza dal Washington Post, era riuscito a raccogliere esattamente 0 bitcoin al momento della pubblicazione di questo post, e questo era anche il caso di un altro sito per raccolta fondi che ho scoperto di recente. Vale la pena sottolineare che entrambi questi siti semplicemente rivendicano di convogliare il denaro ai gruppo terroristici, e potrebbero facilmente essere siti fasulli. Il solo presunto sito degli estremisti islamici scovato sul Dark Web genera effettivamente eventuali entrate ed ha accumulato solo $ 1200 all’inizio di quest’anno.Ma questo sito ben lungi menziona esplicitamente di fare parte o di avere connessioni con lo Stato Islamico.

E sì, la pedopornografia è accessibile sul normale web. In realtà, è dilagante rispetto a ciò che è disponibile nei siti nascosti. L’anno scorso, la Internet Watch Foundation, un ente di beneficenza che scova siti web con minori vittime di abusi sessuali e nonche’  lavora con le forze dell’ordine e vari provider per avere questi orrendi contenuti rimossi, ha trovato 31,266 URL che contenevano immagini di pornografia infantile. Di questi URL, solo 51 di essi, pari allo 0.2%, erano ospitati sul Dark Web.

3509570-21
L’ Angolo Oscuro.

Ciò che noi chiamiamo Dark Web è una cosa minuscola. Il World Wide Web è salito fino ad ospitare oltre un miliardo di siti diversi, mentre le stime attuali mettono il numero di siti nascosti di TOR tra 7000 e 30.000, a seconda di quale metodologia vogliamo seguire. Questo non è neanche lo 0,03% del normale web. A malapena una frazione di contenuti e’ disponibile altrove. La raccolta di tutti questi siti nascosti non è, come comunemente beccano i governi e molti membri dei media, di diversi ordini di grandezza più grande del normale web.

Non è chiaro quante persone accedono al Dark Web su una base quotidiana, ma c’è l’impressione che si tratta di un piccolo numero di individui. The Tor Project sostiene che solo l’ 1,5 % del traffico totale sulla propria rete anonima ha a che fare con i siti nascosti, e che 2 milioni di persone al giorno fanno uso di Tor. In breve, il numero di persone che visitano il Dark Web è una frazione di utenti complessivi Tor, la maggioranza dei quali probabilmente lo stanno solo usando per proteggere le loro abitudini regolari di navigazione. Non solo sono i visitatori del Dark Web una goccia nel mare degli utenti Tor, ma sono anche un granello di polvere nella galassia del totale degli utenti di Internet.

merovingian
E non è impenetrabile.

Infine, il Dark Web non è qualche zona al di là della portata delle forze dell’ordine. Anche se Ross Ulbricht è il più famoso personaggio uscito fuori e catturato dal mondo reale , essendo stato arrestato, egli è ben lungi dall’essere l’unico protagonista dei meandri del Regno Merovingio. Oltre 300 persone operanti nel Dark Web sono state arrestate fin dal 2011, secondo il ricercatore indipendente Gwern Branwen. Rivenditori di droga e armi, persone che ordinano stupefacenti, e personale e amministratori di molti siti oscuri sono stati tutti arrestati dalla polizia con successo. Tuttavia, questo numero dovrebbe essere considerato come il “limite piu’ basso” come Branwen precedentemente mi ha raccontato, perché comprende solo quegli arresti che sono legati specificamente ai mercati del Dark Web e che sono noti pubblicamente.

Le persone che gestiscono siti web di abusi sui bambini o producono materiale illegale vengono anche catturate. Nel mese di ottobre 2014, un sito web brasiliano pedofilo del Dark Web è stato sequestrato, e 55 persone arrestate. Il mese scorso la  polizia australiana ha reso noto pubblicamente un’operazione che aveva chiuso uno dei più grandi siti esistenti di abusi sui minori . Proprio come nel mondo fisico, si scopre che alcune tattiche di polizia tradizionale, come andare sotto copertura, sono incredibilmente efficaci contro i criminali sul Dark Web.

tokework
Allora che cosa diavolo è il Dark Web?

Naturalmente ed innegabilmente, c’è uno spazio tecnologico chiamato Dark Web, dove i server di siti web sono nascosti dietro ad un velo di crittografia, e gli utenti godono anche di forti protezioni nel loro anonimato. Ma che questo spazio è niente al pari della favola che è stata inventata intorno ad esso; quella di un oceano colossale di store digitali che vendono prodotti esclusivi, dove i criminali sono liberi dall’ essere perseguiti dalle leggi. Questa caratteristica non è vera.

Invece, il Dark Web è una piccola collezione di siti che riflettono il numero limitato di esseri umani buoni, cattivi, e decisamente strani che lo utilizzano. I medici possono dare consigli imparziali ai tossicodipendenti, che vengono fuori grazie all’anonimato assegnato loro da Tor; I cittadini cinesi possono discutere su ciò che vogliono e aggirare il Grande Firewall Popolare della Repubblica Cinese, e, sì, il Dark Web  è utilizzato anche per ospitare alcuni siti seriamente depravati, come la pornografia estrema. Al momento, questo spazio viene probabilmente utilizzato soprattutto per scopi criminali, ma la sua rilevanza per il mondo della criminalità informatica e altri domini è indubbiamente e grossolaneamente esagerata.

Guardando oltre l’allarmismo, però, il Dark Web in realtà ha in se’ una promessa. In sostanza, è il World Wide Web come era originariamente previsto: uno spazio al di là del controllo dei singoli Stati, dove le idee possono essere scambiate liberamente senza paura di essere censurati. Dato che i paesi continuano a reprimere il web, la sua controparte oscura sta solo andando a diventare più rilevante come luogo per discutere e connettere ognuno di noi. Non dobbiamo lasciare che il mito del Dark Web rovini e oscuri questo potenziale.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s