DEMOCRAZIA : CANCRO SOCIALE

Ecco La Vostra Democrazia , Ecco La Vostra Politica , in ambito nazionale :

Ecco Bevilacqua:

Agg.La Spada nel Reno ed il furto di notte dei 10000 voti

e In ambito Internazionale :

E La Commissione AntiMafia incomincia a bussare alla Porta della Moralita’.

asch_conformity

-La Democrazia così come la conosciamo e’ solo un cancro sociale.

Quando vediamo in Comuni come il nostro candidarsi a consiglieri comunali
dei vecchi bacucchi, degli ignoranti, degli illusionisti, dei millantatori, dei spregiudicati,
dei bambocci, dei somari, dei facchini, e chi piu’ schifo ha piu’ ne metta ,
e’ normale che sia I Comuni che l’ intero Paese e’ amministrato da mentecatti,
approfittatori, ciarlatani, ladri, etc.

Come puo’ uno che ha la terza media, uno che non legge libri e giornali,
che non sa cosa e’ una determina, cosa e’ una delibera, che non ha nozioni di ragioneria,
umanesimo, Storia, Filosofia, e Politica,
come puo’ CANDIDARSI A FAR PARTE -RESPONSABILMENTE-
DI UN CONSIGLIO COMUNALE, PROVINCIALE, REGIONALE, etc. ?
Finche’ questo scempio sociale non sara’ proibito ci saranno sempre i disastri a cui assistiamo
guardando le TV News e leggendo i quotidiani .

Anthony Burgess diceva che la maggioranza delle persone nel mondo occidentale che vuole ottenere una carica politica di qualunque tipo ha una scarsa considerazione di se stessa e per questo motivo cerca un qualunque tipo di “plusvalore” morale con una ratifica popolare .. e come si e’ visto e come si vede questa sorta di esame narcisistico fa pagare alla societa’ stessa un prezzo molto ma molto alto.
Cio’ che affermo non e’ solo un mio pensiero,gia’ ne aveva parlato Adolf Hitler nel Mein Kampf
quando ha descritto i maiali che popolano i parlamenti,
ma non solo : questo pensiero ha basi scientifiche solide,
Fate la Conoscenza dello STUDIO DI SOLOMON ASCH :

FONTE.

Immaginatevi nella seguente situazione: ti iscrivi a un esperimento di psicologia, e in una data specifica voi e altri sette che tu pensi che sono anche soggetti come te , arrivano e si siedono a un tavolo in una piccola stanza. Tu non lo sai, al momento, ma gli altri sono in realtà soci dello sperimentatore, e il loro comportamento è dettato accuratamente da un copione :

Tu sei l’unico vero soggetto.

Lo sperimentatore entra e ti dice che lo studio a cui stai per partecipare concerne i giudizi visivi e le preoccupazioni della gente.

asch_conformity

Ti mette due carte davanti .

La scheda a sinistra contiene una riga verticale. La carta a destra mostra tre linee di diversa lunghezza.

Lo sperimentatore chiede a tutti, uno alla volta, di scegliere quale delle tre linee sulla carta  corrispondono alla corretta lunghezza della linea sulla carta sinistra.

Il compito viene ripetuto più volte con diverse schede.

In alcune occasioni gli altri “soggetti” scelgono all’unanimità la linea sbagliata.

E ‘chiaro che hanno torto, ma hanno tutti dato la stessa risposta.

Cosa faresti? Vuoi andare in linea con l’opinione della maggioranza, o vuoi attaccare con le tue armie dare piena fiducia ai tuoi  “occhi” ?

Nel 1951 lo psicologo sociale Solomon Asch ha ideato questo esperimento per esaminare la misura in cui la pressione di altre persone potrebbe influenzare le proprie percezioni (e decisioni, n.d.R.).

In totale, circa un terzo dei soggetti che sono stati messi in questa situazione è andato in linea con la maggioranza , chiaramente con la decisione erronea .

Asch ha mostrato le barre come quelle nella figura a studenti universitari in gruppi da 8 a 10. Ha detto loro che stava studiando la percezione visiva e che il loro compito era quello di decidere quale delle barre sulla destra era dellla stessa lunghezza di quelle a sinistra . Come potete vedere, il compito è semplice, e la risposta corretta è evidente. Asch ha chiesto agli studenti di dare loro risposte a voce alta. Ha ripetuto la procedura con 18 gruppi di barre. Solo uno studente in ogni gruppo è stato un soggetto reale. Tutti gli altri erano alleati che erano stati incaricati di dare due risposte corrette e quindi di dare alcune risposte errate sulle prove rimanenti messe in scena”.

Asch ha organizzato per il vero soggetto di essere il prossimo all’ultima persona in ogni gruppo per annunciare la sua risposta in modo che questi avrebbe sentito la maggior parte delle risposte sbagliate dei consgiurati prima di dare la propria. Si sarebbe lasciato influenzare dalla maggioranza ?

Con sorpresa di Asch, 37 dei 50 soggetti si sono conformati alle risposte “evidentemente erroneedate dagli altri membri del gruppo, almeno una volta, e 14 di loro si sono conformati su più di 6 della sperimentazione messa in scena’. Di fronte a una risposta sbagliata unanime data dagli altri membri del gruppo, il soggetto in media si e’ conformato in 4 degli studi messi in scena’.

Asch è stato disturbato da questi risultati:

La tendenza al conformismo nella nostra società è così forte che persone ragionevolmente intelligenti , ben intenzionate e giovani sono disposte a chiamare il nero bianco. Questo è un motivo di preoccupazione che Solleva interrogativi sui nostri modi di formazione e.. sui valori che guidano la nostra condotta.

Perché i soggetti si conformano così facilmente? Quando sono stati intervistati dopo l’esperimento, la maggior parte di loro ha detto che non credono veramente alle loro risposte conformi, ma erano andati insieme con il gruppo per paura di essere ridicolizzati o di altro pensiero “particolare“. Alcuni di loro hanno detto che in realtà hanno creduto che le risposte del gruppo erano corrette.

Asch ha condotto una versione riveduta del suo esperimento per scoprire se i soggetti realmente non credevano che le loro risposte erano non corrette. Quando furono autorizzati a scrivere le loro risposte dopo aver ascoltato le risposte degli altri, il loro livello di conformità è sceso a circa un terzo di quello registrato nell’esperimento originale.

A quanto pare, la gente si conforma per due motivi principali:

perché vogliono essere apprezzati dal gruppo e perché credono il gruppo più informato di quello che sono loro. Supponiamo di andare a una cena di fantasia e notare con sgomento che ci sono quattro forchette accanto al vostro piatto. Quando il primo piatto arriva, non si è sicuri della forchetta da utilizzare. Se siete come la maggior parte delle persone, vi guarderete attorno e utilizzerete la stessa forchetta che gli altri stanno utilizzando. Questo perché volete essere accettati dal gruppo e perché si assume che gli altri sanno di più di te sul galateo da tavola  .


Conformità, dimensione del gruppo, e la coesione

Asch ha scoperto che uno dei fattori situazionali che influenzano la conformità è la dimensione della maggioranza avversaria. In una serie di studi ha variato il numero di complici che hanno dato risposte errate da 1 a 15.

I soggetti risposte variavano con il livello di opinione della maggioranza’ che hanno dovuto affrontare.
Ha trovato che i soggetti conformi ad un gruppo di 3 o 4 prontamente come hanno fatto per un gruppo più grande. Tuttavia, i soggetti si conformerebbero molto meno se avessero un alleato”.

In alcuni dei suoi esperimenti, Asch ha incaricato uno dei congiurati di dare risposte corrette. In presenza di questo non_conformista, i soggetti reali si confrmerebbero solo per un quarto di quelli che hanno fatto nel primo esperimento. C’erano diverse ragioni per spiegare questo : in primo luogo, il vero soggetto osservato che la maggioranza non ha da ridicolizzare il dissidente per le sue risposte. In secondo luogo, le risposte del dissidente reso il soggetto più certo che la maggioranza era sbagliato. In terzo luogo, il soggetto reale ora sperimenta una pressione sociale dal dissenter , nonché dalla maggioranza. Molti dei soggetti reali hanno poi riferito che volevano essere come il loro partner anticonformista (di nuovo il principio di  similitudine). Apparentemente, è difficile essere una minoranza di una unita’ , ma non così difficile essere parte di una minoranza di due.

Alcuni dei soggetti indicati in seguito hanno assunto che il resto delle persone erano corrette e che le loro percezioni erano sbagliate. Altri sapevano che erano corrette ma non volevano essere diversi dal resto del gruppo. Alcuni addirittura hanno insistito di aver visto la linea in lunghezza come la maggioranza ha affermato di vederla.

Asch ha concluso che è difficile sostenere che si vede qualcosa quando nessun altro lo fa. La pressione del gruppo implicita nel parere espresso di altre persone può portare a modifiche e distorsioni efficacemente facendo si che non si veda quasi nulla di differente dagli altri .

E ‘ampiamente noto che Platone, allievo di e amico di Socrate, aveva accettato che gli esseri umani hanno un’ Anima tripartita” cioe’ una Psicologia umana composta da tre aspetti SaggezzaRazionalità, Volonta’ e Spirito e Desiderio e Fama .

Ciò che è meno apprezzato è che tali grandi religioni mondiali, come il Cristianesimo, l’Islam, l’Induismo e il Buddismo vedono la “spiritualità” come relativa a Desiderio e Ira” .

Aggiungo che oggi la maggioranza degli ignoranti e dei mentecatti sta su facebook ,
questo perche’ LA MAGGIORANZA si conforma A SE STESSA ,
se non stai su facebook , secondo la maggioranza , sei un emarginato , sei da scartare,
non puoi avere relazioni sociali , non puoi dimostrare niente a nessuno .
Sulla base dell’ esperimento di Asch quanto scritto sopra brevemente su facebook
e’ totalmente falso e fuorviante , vale l’ esatto contrario :

Chi sta su facebook e’ un emarginato/a , e’ da scartare, ha relazioni sociali basate all’ apparenza e sulla falsita’ morale ed individuale , pensa di dimostrare chissache’ agli altri ma in realta’ dimostra solo quello che e’ , un/a deficiente ignorante che si auto_sorveglia per il piacere e volere dei governi e delle menti raffinatissime giudee , tale da porre in essere il celebre avvertimento di Miranda :

“TUTTO QUELLO CHE DIRAI (scriverai, pubblicherai, chiederai)

SARA’ USATO CONTRO DI TE !”

E questo e’ quanto .

Advertisements

2 thoughts on “DEMOCRAZIA : CANCRO SOCIALE

  1. Pingback: LA PARATA MORBIDA | Mascali 7

  2. Pingback: BATTAGLIE NELLE RETROVIE | Mascali 7

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s