IL LUPO e IL LEONE

..There’s a question that became unresolved in this modern era, in these dark and darkest times…a question that is getting bigger and obsessive any day passed away and this question is:
WHO ARE WE ?

TEXT ITA / ENG:

§Chi sei tu?
Non sto parlando del tuo nome o della tua occupazione,
Sto parlando di qualcosa di più grande, qualcosa di più profondo,
Sto parlando di una connessione a una cultura, una storia, un destino,
Un’identità che si snoda e scorre avanti per secoli,
Un’identità che puoi intravedere nei volti / negl’occhi dei tuoi nonni,
O del tuo bambino.
Un’identità che conosci attraverso l’esperienza, attraverso persone attraverso luoghi attraverso la musica.
I nostri antenati avevano un senso molto forte della loro identità.
Potrebbero dire: sono un Romano, sono un Sassone, sono un Danese,
Alcuni potrebbero dire sono un Europeo.
Essere esiliati dalle loro comunità e dalle loro identità sarebbe stato per loro un destino peggiore della morte stessa.
Oggi sembriamo non avere idea di chi siamo.
Siamo senza radici, siamo diventati vagabondi,
Forse diventeremo anche segreti…

Ci viene spesso detto che essere un Americano, un Britannico, un Tedesco o di una qualsiasi nazionalità europea,
e’ come essere dedicato ad una raccolta di astrazioni e parole d’ordine:
Democrazia, Libertà e tolleranza, multiculturalismo..
Ma una nazione basata sulla libertà è solo un altro luogo per fare shopping,
è un paese per tutti, e quindi un paese per nessuno…
È un paese in cui noi stessi siamo diventati estranei.
L’uomo non vive , un uomo non muore,
per astrazioni come un credo,
L’uomo vive e muore per una patria, per un popolo e per il suo futuro, per la bellezza, per il potere di far parte di qualcosa di più grande di se stessi.
Chi siamo noi ?
Non siamo solo bianchi, bianco è una casella di controllo sulla forma del censimento,
Siamo parte della Storia, dello Spirito, della Civiltà dell’Europa,
Questa Eredita’ è davanti a Noi come un dono,
e come una sfida per ciò che i nostri antenati davano per scontato.
Dobbiamo scoprire, dobbiamo rinnovare.
Alcuni potrebbero dire che questo compito è impossibile,
Ma niente di necessario è mai impossibile.
Finché evitiamo e neghiamo le nostre identità,
Nel momento in cui tutte le altre razze stanno affermando la propria,
Non avremo alcuna possibilità di resistere alla nostra disposizione,
Nessuna possibilità di rendere il nostro futuro,
nessuna possibilità di trovare un altro orizzonte.
Quindi chi siamo?
Immagino che la vera domanda sia …
Siamo pronti a diventare chi siamo?

ENG:
§Who are you ?

Im not talking about your name or your occupation,
I’m talking about something bigger, something deeper,
I’m talking about connection to a culture , a history, a destiny,
An identity that stretches back and flows forward for centuries,
an identity you can glimpse in the face/eyes of your grandparents,
or your child,
an identity you know through experience through people through places through music,
Our ancestors had a very strong sense of their identity,
They could say I’m a Roman, I’m a Saxon , I’m a Dane,
some could say I’m a European,
to be exiled from their communities and identities would have been fate worse than death,
Today we seem to have no idea who we are ,
we are rootless, we’ve become Wanderers,
perhaps will also become secrets,
We’re often told that being an American, or a Briton , or a German, or any European Nationality,
is about being dedicated to a collection of abstraction and buzzwords,
Democracy, Freedom and tolerance, multiculturalism,
but a Nation based on freedom is just another place to shopping it’s a country for everyone,
and thus a country for no one,
it’s a country which we ourselves have become strangers,
Man doesn’t live a Man doesn’t die,
for abstractions like a creed,
Man lives and dies for a homeland, for a people and its future, for beauty,
for the power to being part of something bigger than oneself.
Who are we ?
We aren’t just whites, white is a checkbox on census form,
we are part of the people’s history, spirit, civilization of Europe,
This Legacy stands before us as a gift,
and as a challenge for what our ancestors took for granted,
we must discover , we must renew.
Some might say that this task is impossible,
but nothing necessary is ever impossible.
So long as we avoid and deny our identities,
at the time when every other people is asserting his own,
we will have no chance to resist our disposession,
no chance to make our future , no chance to find another horizon.
So who are we ?
I guess the real question is…
Are we ready to become who we are ?



B8mMBUkCQAIwqw1

“..the most precious possession you have in the World is your own people..
and for this people and for the sake of this people ,
We will struggle and fight.
And Never slacken.
Never tire.
Never lose courage.
And Never lose faith.”

The Wolf

Advertisements

One thought on “IL LUPO e IL LEONE

  1. Pingback: CHI SIAMO ? | Mascali 7

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s